Il Mondo Futuro Preciso a 22 Catepi e 19 Stati

Il Mondo Futuro Preciso a 22 Catepi e 19 Stati

Contro la Pena di Morte

Questo blog è a favore dell'Abolizione Internazionale della Pena di Morte
Approvata in commissione ONU la moratoria sulla Pena di Morte e ratificata dall'Assemblea Generale il 18/12/2007. E' un gran giorno per l'umanità.
La petizione contro la Pena di Morte si può firmare qui .

venerdì 5 agosto 2011

Cosa bisognerebbe fare al più presto

Pur con una situazione leggermente cambiata, penso che quanto scritto ieri nel mio blog http://ilmondofuturo.blogspot.com sia ancora valido, perciò lo copio-incollo in questo blog.


Vedo che in rete nessuno scrive ciò che andrebbe fatto. Le prime 3 notizie del più famoso aggregatore di social news sono, al momento in cui scrivo, 2 di satira ed 1 contro Napolitano.
I blogatori sono quasi tutti in vacanza, i giornali on-line sorti dal basso parlano della Casta.
Ma forse in Rete non ci si rende conto che la situazione è drammatica, anzi tragica.
Se la Spagna e/o l'Italia non sono più in grado di sostenersi con le loro forze economiche l'Europa crolla e sarà il caos totale in Europa e nel Mondo. L'euro crollerà, il sistema sociale europeo costruito in secoli di storia crollerà, saranno ridotti salari e pensioni, ciò acuirà la crisi in America e la Cina senza gli ordinativi di Europa ed America avrà anch'essa una bella batosta. Lo stesso dicasi per il Giappone che esce dalla recente tragedia dello tsunami. Il resto del Mondo non potrà fare nulla perché Europa + America + Cina + Giappone fanno circa il 60% del Pil mondiale (sono dati ufficiali dell'FMI, potete controllare su Wikipedia).

La cose che dovrebbe fare l'ECOFIN domani sono:
1) proibire le vendite allo scoperto (perché c'è gente* che sta facendo milioni in questo modo);
2) varare gli Eurobonds e iniziare una discussione seria e da concludere nel medio periodo sul governo europeo dell'economia.

Vox clamantis in deserto: questa mi sembra la frase adatta per questo mio "messaggio in una bottiglia". E forse - anche se spero fortemente di no - già la prossima settimana se non verranno presi provvedimenti grideremo al disastro.

* Ovviamente mi riferisco alla ristretta élite degli speculatori internazionali.

lunedì 1 agosto 2011

Grammatichetta dello Xomese, 1° edizione

Articolo tratto dal mio blog http://xomese.blogspot.com

Ieri, 31 luglio 2011, ho pubblicato la "Grammatichetta dello Xomese" su Google Knol, sul mio sito personale e sul sito ufficiale dello Xomese; oggi, 1° agosto 2011, ho pubblicato la Grammatichetta, in formato eBook su Lulu. Si tratta dell'ultimo passo intermedio prima del Vocabolario Xomese-Italiano e del Vocabolario Italiano-Xomese "maggiori".
Il file pdf è quindi rinvenibile nei siti:
1) http://stores.lulu.com/mikelo
2) http://mikelogulhi.weebly.com/xomese.html
3) http://it.xomeze.org
Mentre la versione on-line è a quest'indirizzo:
http://knol.google.com/k/michele-guglielmino/grammatica-dello-xomese/1xcw8o49zf9ge/8#

mercoledì 13 luglio 2011

Quadri sincronici Ue, Euro, Schengen

E' lo knol che ho pubblicato oggi, il 5° complessivamente. Buona lettura!!!

Quadri sincronici Ue, Euro, Schengen


1) Quadro sincronico degli Stati dell'Unione Europea (ovvero della membership UE):


Stati dell'Unione Europea:

1) Portogallo, 2) Spagna, 3) Francia, 4) Germania, 5) Italia, 6) Paesi Bassi, 7) Belgio, 8) Lussemburgo, 9) Grecia, 10) Irlanda, 11) Regno Unito, 12) Danimarca poi si sono aggiunti in ordine: 13, 14, 15) Austria, Finlandia, Svezia (1995); 16-25) Polonia, Cechia, Slovacchia, Ungheria, Slovenia, Lettonia, Lituania, Estonia, Cipro e Malta (2004); 26, 27) Romania, Bulgaria (2007)


Stati che potrebbero entrare nell'Unione Europea:

28) Croazia (l'entrata è prevista per il 1° luglio 2013); 29) Islanda (sono già stati aperti i negoziati di adesione e, data la velocità dell'iter di adesione, è probabile che diventi il 29° Stato dell'UE);

30) Svizzera; 31) Liechtenstein; 32) Norvegia; 33) Serbia; 34) Bosnia-Erzegovina; 35) Macedonia (il nome di tale nazione è contestato); 36) Albania; 37) Moldavia; 38) Ucraina; 39) Bielorussia; 40) Turchia; 41) Monaco; 42) San Marino; 43) Andorra; 44) Montenegro; 45) Kosovo.


E poi potrebbero diventare direttamente Stati federati (o Catepi) dell'Europa Stato federale:

46) Groenlandia; 47) Kaliningrad


L'Europa Stato federale potrebbe avere altri 20 membri


2) Quadro sincronico sugli Stati che hanno l'Euro


Su 27 Stati dell'Unione Europea, 17 hanno l'euro, 10 no.

A) 17 Stati UE che hanno l'Euro: 1) Portogallo, 2) Spagna, 3) Francia, 4) Germania, 5) Italia, 6) Paesi Bassi, 7) Belgio, 8) Lussemburgo, 9) Austria, 10) Irlanda, 11) Finlandia (gli 11 fondatori) 12) Grecia (che è entrata nell'eurozona nel 2001 prima che circolasse la moneta "fisica"), poi si sono aggiunti in ordine: 13) Slovenia (2007), 14, 15) Cipro, Malta (2008) 16) Slovacchia (2009), 17) Estonia (2011)
B) Poi ci sono 6 Stati extra-UE che hanno l'Euro de iure o de facto, ma non fanno parte dell'Eurozona: I) de iure: 18) Monaco, 19) San Marino, II) de facto: 20) Andorra, 21) Montenegro, 22) Kosovo (tutti nel 2002).

C) Ha anche l'Euro il Vaticano (che è uno Stato particolare e, probabilmente non entrerà mai nell'UE);


A) 10 Stati UE che non hanno l'Euro: 7 non hanno l'euro, ma partecipano a Schengen: 1) Polonia, 2) Cechia, 3) Ungheria, 4) Lituania, 5) Lettonia, 6) Svezia e 7) Danimarca. 3 non hanno né l'euro, né Schengen: 8) Regno Unito, 9) Bulgaria e 10) Romania;
B) Stati extra-UE che non hanno l'Euro: 11) Svizzera; 12) Liechtenstein; 13) Islanda; 14) Norvegia; 15) Croazia; 16) Serbia; 17) Bosnia-Erzegovina; 18) Macedonia (il nome di tale nazione è contestato); 19) Albania; 20) Moldavia; 21) Ucraina; 22) Bielorussia; 23) Turchia
C) Non hanno l'euro inoltre: 24) Groenlandia (ma non è ancora uno Stato); 25) Kaliningrad (ma attualmente è parte della Russia).


D) Non hanno e, forse, non avranno mai l'Euro: 1) Russia (ma non entrerà mai in Europa, perché è lo Stato più grande del Mondo con i suoi 17 milioni di kmq); 2, 3, 4) Georgia, Armenia, Azerbaigian (ma a mio avviso non sono europee e non dovrebbero entrare nell'UE).

In totale 17 (Stati UE)+5 (Stati extra-UE, escluso il Vaticano) = 22 Stati hanno l'euro e 10 (Stati UE)+13 (Stati extra-UE) + 2 (non ancora Stati) = 25 non hanno l'euro.



3) Quadro sincronico sugli Stati in cui sono in vigore gli accordi di Schengen:


Su 27 Stati dell'Unione Europea in 22 ci sono gli Accordi di Schengen, in 5 no.


A) 22 Stati UE in cui sono in vigore gli Accordi di Schengen: 1) Francia, 2) Germania, 3) Paesi Bassi, 4) Belgio, 5) Lussemburgo (i 5 fondatori), 6) Spagna, 7) Portogallo (la cui membership è successiva, ma gli accordi entrano in vigore nello stesso giorno dei 5 fondatori, 26 marzo 1995); 8) Italia (26 ottobre 1997); 9) Austria (1° aprile 1998); 10) Grecia (26 marzo 2000); 11-13) 3 dei 5 Paesi nordici: Svezia, Finlandia, Danimarca (25 marzo 2001); 14-22) 9 dei 10 Paesi entrati nell'UE il 1° maggio 2004 cioè tutti escluso Cipro, più esattamente: Polonia, Cechia, Slovacchia, Ungheria, Slovenia, Lettonia, Lituania, Estonia e Malta (30 marzo 2008).

B) Stati Extra-UE in cui sono in vigore gli Accordi di Schengen: 23) Monaco (26 marzo 1995) 24-25) gli altri 2 Stati nordici: Islanda, Norvegia (25 marzo 2001); 26) Svizzera (29 marzo 2009);

C) Stati Extra-UE in cui sono in vigore gli Accordi di Schengen de facto: 27) San Marino (26 ottobre 1997)

D) Stati Extra-UE in cui sono in vigore gli Accordi di Schengen de facto: I) Vaticano (26 ottobre 1997, il Vaticano è uno Stato particolare e, probabilmente non entrerà mai nell'UE);


A) Stati UE membri di Schengen, ma con gli accordi non ancora in vigore: 1) Cipro, 2) Bulgaria, 3) Romania.

B) Stati Extra-UE membri di Schengen, ma con gli accordi non ancora in vigore: 4) Liechtenstein


A) Stati UE non membri di Schengen: 1) Regno Unito; 2) Irlanda

B) Stati Extra-UE non membri di Schengen: 3) Ucraina, 4) Bielorussia, 5) Moldavia, 6) Turchia, 7) Albania, 8) Montenegro, 9) Macedonia, 10) Serbia, 11) Kosovo, 12) Bosnia-Erzegovina, 13) Croazia, 14) Andorra.

C) Non sono membri Schengen inoltre: 15) Groenlandia (ma non è ancora uno Stato), 16) Kaliningrad (ma attualmente è parte della Russia).


In totale: 22 (Stati UE) + 4 (Stati Extra-UE, de iure) + 1 (Stato Extra-UE, de facto) = 27 Stati con Accordi di Schengen in vigore

3 (Stati UE) + 1 (Stato Extra-UE) = 4 Stati solo membri di Schengen

2 (Stati UE) + 12 (Stati extra-UE) + 2 (non ancora Stati) = 16 Stati non membri di Schengen.


I 3 sopraelencati quadri sincronici si basano su 2 presupposti:

1) che il Vaticano non faccia mai parte dell'UE (presupposto che mi appare abbastanza certo);

2) che il Kosovo diventi uno Stato indipendente riconosciuto dalla UE nel suo complesso (che non è così ovvio): nel caso quest'ultimo presupposto non si avverasse gli Stati “europei” sarebbero 46.


lunedì 13 giugno 2011

Là dove osano internet e la democrazia diretta

Il raggiungimento del quorum con più del 54 % dei voti mostra una volta per tutte 2 cose: la maturità del media “internet” da un lato e, dall'altro, la voglia di democrazia diretta.

Per quanto riguarda “internet”, questa non può che considerarsi una bella notizia perché internet è uno strumento più democratico delle televisioni, dato che non sono pochi a gestirlo ma tutti e perché il ruolo del fruitore non è un ruolo meramente passivo, ma può anche essere ed è spesso anche attivo. Da un punto vista culturale internet può favorire una cultura più partecipata, come Wikipedia, i blog, Answers, Knol, i POD (tra cui Lulu) e le varie “reti sociali” mostrano e inoltre favorisce l'arrichimento culturale di ciascuno perché leggendo le idee altrui noi non perdiamo certo le nostre ma ne acquistiamo altre. Internet inoltre rende più piacevole l'apprendimento perché in esso loisir e cultura si mescolano. Internet, infine, col continuo contatto con persone che la pensano diversamente da noi è un grande maestro di tolleranza.

Per quanto riguarda la democrazia diretta essa non esclude quella rappresentativa (e viceversa): penso che la democrazia italiana (e non solo) possa essere solo arricchita da strumenti quali i referendum e la legge popolare. Per quanto riguarda i referendum, a mio modo di vedere, sarebbe una cosa estremamente positiva se ci fossero anche i referendum propositivi (o deliberativi), quelli in cui non ci si limita ad abrogare ma si propone qualcosa di nuovo. E penso che sarebbe un'ottima cosa se non ci fosse il quorum sia per quelli abrogativi che propositivi, dato che il quorum in qualche modo “falsa” il confronto fra gli schieramenti spingendo i sostenitori del “No” a non andare a votare.

Un ultima nota sui contenuti: il quorum si è raggiunto questa volta perché le materie in oggetto (acqua, nucleare e uguaglianza di fronte alla legge) sono fondamentali per la vita (in senso biologico) e per la giustizia in questo nostro piccolo grande Paese.

Buon “cuorum” a tutti!

giovedì 9 giugno 2011

4 SI' "per quelli che passeranno"

Dicono che il tempo cambi le cose,
ma in realtà le puoi cambiare solamente tu.

(Andy Warhol)



giovedì 2 giugno 2011

La misura di tutte le cose

Già pubblicato nel mio blog http://lamisuradituttelecose.blogspot.com :

Per Protagora “l'uomo è la misura di tutte le cose”, ma cosa pensano i vari gruppi umani, cosa o chi è per loro la misura di tutte le cose? Ecco un elenco semiserio:

1,2) per gli economisti il denaro (o il mercato) è la misura di tutte le cose;

3) per i sindacalisti il lavoro è la misura di tutte le cose;

4) per i miliari e per i militaristi la forza è la misura di tutte le cose;

5) per i politici populisti, per i pubblicitari e per Twitter il numero dei seguaci è la misura di tutte le cose;

6) per le persone estroverse e “sociali” e per Facebook il numero degli amici è la misura di tutte le cose;

7) per Google e per i SEO il pagerank è la misura di tutte le cose;

8) per i dittatori ed i monarchi assoluti il potere è la misura di tutte le cose;

9) per i politici democratici e per i giuristi la Costituzione è la misura di tutte le cose;

10) per i cristiani, i giudaici, gli islamici, i zoroastriani, i bahaisti e i monoteisti in genere Dio è la misura di tutte le cose;

11) per induisti, buddhisti, jainisti e religioni dharmiche in genere il karma è la misura di tutte le cose;

12) per i sikhisti sia Dio sia il karma sono la misura di tutte le cose;

13) anche per OkNotizie, Digg e vari forum il karma è la misura di tutte le cose;

14) per gli statalisti lo Stato è la misura di tutte le cose;

15) per i sentimentali e anche per molti religiosi e per molti non credenti l'amore è la misura di tutte le cose

… e il giochino potrebbe continuare all'infinito. Qual è la tua misura di tutte le cose? Scrivilo nei commenti. Le "unità di misura" interessanti verranno aggiunte nel blog apposito: http://lamisuradituttelecose.blogspot.com .


Per gli atei, gli anarchici, gli anti-mercati, per quelli che insomma “Non al denaro, non all'amore, né al cielo” non c'è una misura e non c'è niente da misurare... ma questa è un'altra storia.

domenica 15 maggio 2011

In memoria di Vittorio Arrigoni - 1 mese dopo

Un mese fa moriva Vittorio Arrigoni, blogatore, scrittore ed attivista italiano. In occasione di questo 1° mesiversario vorrei ricordarlo con una delle sue interviste inerenti quella lotta per i Palestinesi per cui ha trascorso gran parte della sua vita da adulto e per la quale è anche morto.
Personalmente - forse mi sbaglierò - penso che nell'eterna guerra Israeliani-Palestinesi la ragione non sta tutta da un lato, ma si tratta di una faccenda complessa in cui la vittoria per entrambi i contendenti non possa passare che dalla pace e dal riconoscimento reciproco.
Ma ecco l'intervista di Vittorio Arrigoni:
http://www.youtube.com/watch?v=SblB2O7AfP4&feature=related

mercoledì 11 maggio 2011

Le nazioni europee e l'euro

A poca distanza dall'anniversario dell'Europa (l'altroieri, 9 maggio) vi propongo un articolo tratto da una mia risposta su Yahoo Answers:

Su 27 Stati dell'Unione Europea, 17 hanno l'euro, 10 no.

A) 17 Stati UE che hanno l'Euro: 1) Portogallo, 2) Spagna, 3) Francia, 4) Germania, 5) Italia, 6) Paesi Bassi, 7) Belgio, 8) Lussemburgo, 9) Austria, 10) Irlanda, 11) Finlandia (gli 11 fondatori) 12) Grecia (che è entrata nell'eurozona nel 2001 prima che circolasse la moneta "fisica"), poi si sono aggiunti in ordine: 13) Slovenia (2007), 14, 15) Cipro, Malta (2008) 16) Slovacchia (2009), 17) Estonia (2011)
B) Poi ci sono 6 Stati extra-UE che hanno l'Euro de iure o de facto: I) de iure: 18) Monaco, 19) San Marino, 20) Vaticano (che è uno Stato particolare e, probabilmente non entrerà mai nell'UE); II) de facto: 21) Andorra, 22) Montenegro e 23) Kosovo.

A) 10 Stati UE che non hanno l'Euro: 7 non hanno l'euro, ma partecipano a Schengen: 1) Polonia, 2) Cechia, 3) Ungheria, 4) Lituania, 5) Lettonia, 6) Svezia e 7) Danimarca. 3 non hanno né l'euro, né Schengen: 8) Regno Unito (non "Inghilterra"), 9) Bulgaria e 10) Romania;
B) Stati extra-UE che non hanno l'Euro: 11) Svizzera; 12) Liechtenstein; 13) Islanda; 14) Norvegia; 15) Croazia; 16) Serbia; 17) Bosnia-Erzegovina; 18) Macedonia (il nome di tale nazione è contestato); 19) Albania; 20) Moldavia; 21) Ucraina; 22) Bielorussia; 23) Turchia

Non hanno l'euro inoltre: 1) Groenlandia (ma non è ancora uno Stato); 2) Russia (ma non entrerà mai in Europa, perché è lo Stato più grande del Mondo con i suoi 17 milioni di kmq); 3,4,5) Georgia, Armenia, Azerbaigian (ma a mio avviso non sono europee e non dovrebbero entrare nell'UE).

In totale 17 (Stati UE)+6 (Stati extra-UE, fra cui il Vaticano) =23 Stati hanno l'euro e 10 (Stati UE)+13 (Stati extra-UE)=23 non hanno l'euro.

Come vedi per dire quali nazioni europee non hanno l'Euro, bisogna definire il concetto di "nazione europea": il Vaticano è una nazione? Cipro (che ha l'euro) è europeo? E la Turchia? L'Islanda è europea o nordamericana (come è in base alla geografia fisica)? Lo stesso discorso può farsi per la Groenlandia, la Russia, la Georgia, l'Armenia, l'Azerbaigian.

Fonti:

Puoi controllare qui: http://it.wikipedia.org/wiki/Cooperazion…
qui: http://it.wikipedia.org/wiki/Euro#Allarg…
o qui: http://knol.google.com/k/michele-gugliel…



sabato 23 aprile 2011

Auguri di Buona Pasqua 2011

Già in diverse parti del globo è Pasqua: ne approfitto per fare gli auguri di Buona Pasqua 2011 ai miei conoscenti della Rete, ai mie conoscenti in generale, ai lettori abituali del mio blog, ai lettori occasionali e al Mondo intero!
Un ultimo pensiero a Vittorio Arrigoni che ci starà guardando da lassù!

venerdì 15 aprile 2011

In memoria di Vittorio Arrigoni

Commosso per la prematura morte del grande Vittorio Arrigoni, dopo tanto che si è scritto e detto sulla vicenda, mi sembra giusto far rilevare come parole di cordoglio siano arrivate, oltre che dalle persone comuni anche dalle più alte cariche dell'Italia e dell'Unione Europea, in particolare c'è stata una dichiarazione del Presidente del Parlamento Europeo che potete ritrovare, oltre che nel sito ufficiale, anche a questo link permanente con un mio breve commento: http://07europa.blogspot.com/2011/04/buzek-sullassassinio-di-vittorio.html

mercoledì 13 aprile 2011

"Il Mondo Futuro" e lo Xomese

Giorno 9 aprile è stata aperta la Fan Page di Facebook su "Il Mondo Futuro", il giorno 10 è stata perfezionata ed è iniziata la sua pubblicizzazione. Da oggi, 13 aprile, sono iniziati i post su tale pagina.
C'è un "Like box" nel blog http://ilmondofuturo.blogspot.com e, a poco a poco, ci sarà in tutti i blog della galassia "Il Mondo Futuro". C'è inoltre un "Like button" in questo blog.

Da oggi è disponibile anche sul sito ufficiale dello xomese (http://www.xomeze.org) l'edizione 1.1 del "Vocabolarietto Xomese-Italiano Italiano-Xomese".

giovedì 7 aprile 2011

Edizione 1.1 del "Vocabolarietto Xomese-Italiano Italiano-Xomese"

Copio ed incollo dal mio blog sullo Xomese (http://xomese.blogspot.com)

Oggi, 7 aprile 2011, ho pubblicato l'edizione 1.1 del "Vocabolarietto Xomese-Italiano Italiano-Xomese" con alcuni piccoli ritocchi, uno dei quali riguardante la 1° pagina interna con il titolo e l'autore (la modifica riguarda la sottostante traduzione in xomese del titolo). La strada per la lingua xomese è ancora lunga, ma questo è un altro piccolo passo!
Il file pdf è rinvenibile nei siti:
1) http://stores.lulu.com/mikelo
2) http://mikelogulhi.weebly.com/xomese.html
e al più presto sarà rinvenibile anche su:
3) http://it.xomeze.org

I pdf sono gratuiti!

mercoledì 16 marzo 2011

Dopo 9 anni e mezzo; la questione libica; Nilla Pizzi; auguri Italia


Dopo 9 anni e mezzo dall'attentato alle torri gemelle è accaduto il catastrofico terremoto giapponese, terremoto che ha mostrato la fragilità economica del più industrioso (anche perché più povero di materie prime) degli Stati-nazione (o medie potenze come vengono definiti Stati della "stazza" di Germania, Italia, Francia, "Gran Bretagna ed Irlanda del Nord", Spagna e appunto Giappone).
Questa fragilità, evidenziata da una tragedia immane cui non si può accennare senza un pensiero commosso ai 20.000 dispersi, fa capire ancora una volta - se mai ce ne fosse bisogno - che gli Stati-nazione sono stati utilissimi in età moderna ed anche nel recente passato ma che nel 21° secolo (che in questi 11 anni, 2 mesi e 16 giorni ci ha resi protagonisti o spettatori di cambiamenti epocali e il cui periodo iniziale assomiglia sempre di più ad una Grande Transizione, come già accennato qualche post fa) probabilmente cederanno il passo a grandi Stati federali, democratici e multinazionali.
Nel caso specifico del Giappone, lo Stato entro il quale si dovrà fondere - assieme alle 2 Coree, o ad una Corea unificata, e a Taiwan - sarà la Cina (non prima ovviamente che la Cina diventi democratica e federale). Per ora sembra fantapolitica, ma fra qualche anno, forse, non sembrerà un'ipotesi tanto peregrina.

La tragedia libica è invece una tragedia umana e politica, profondamente diversa da quella naturale, scientifica e tecnologica del Giappone ma, non per questo meno grave, è la tragedia di un popolo il cui desiderio di democrazia sta per essere soffocato nel sangue (anche se fino all'ultimo confiderò nell'intervento dell'UE e degli USA) da un dittatore assetato di potere (e di denaro) e dai suoi mercenari. Come pacifista moderato e critico ritengo che la guerra contro un dittatore che il popolo (o gran parte di esso) non vuole più e non sopporta più vada fatta e, nel caso specifico, vada fatta al più presto. Come già rilevato da Scalfari su "Otto e mezzo" dalla Gruber, Berlusconi ha detto a tal proposito una delle pochissime considerazioni intelligenti di questo ventennio: "O si da il salvacondotto a Gheddafi o gli si fa la guerra". Il salvacondotto è stato travolto dagli eventi, l'unica opzione rimasta è la guerra che sarebbe "umanitaria" e "di liberazione".

Di fronte a queste immani tragedie le morti dei singoli, famosi e non, passano in secondo piano. A tal proposito voglio rendere un fugace omaggio all'interprete di "Grazie dei fior", "Papaveri e Papere" e "Vola colomba" (cioè Nilla Pizzi) nonché a Joe Morello, Giuseppe D'Avino e alle migliaia di sconosciuti morti il 12 marzo.







L'ultimo mio pensiero, a poco di più di 150 anni dalla 1° seduta del Parlamento italiano (avvenuta il 18 febbraio 1861), dalla spedizione dei Mille (iniziata la notte fra il 5 ed il 6 febbraio 1860), dall'inizio della 2° guerra d'indipendenza (26 aprile 1859) e nella vigilia del 150° anniversario della proclamazione dell'Unità d'Italia (avvenuta il 17 marzo 1861) non può che essere rivolto all'Italia che deve avere (riallacciandomi al discorso sul Giappone) come stella polare della sua politica (non solo estera) l'Unione Europea e il futuro Stato Federale "Europa" di cui formerà - insieme agli altri 9 Stati "medi": Spagna, "Gran Bretagna ed Irlanda", Francia, Germania, Polonia, Ucraina, Romania, Turchia e, forse, Jugoslavia - l' "ossatura", ovvero le culture e le lingue più importanti e meglio preservate in un contesto multiculturale, multilinguistico e - quindi - compiutamente europeo.

martedì 1 marzo 2011

Si è spenta Jane Russel


Si è spenta all'età di 89 anni in California Jane Russel, già interprete di "Gli uomini preferiscono le bionde" (in cui lavorava accanto a Marilyn Monroe) e di altri film (tra cui Banni, il film che la lanciò).

Nel 1955 aveva inoltre fondato il World Adoption International Fund, un'associazione per il sostegno all'affidamento di bambini orfani stranieri da parte di famiglie americane.

mercoledì 23 febbraio 2011

I 5 piccoli indiani









































































... e alla fine non rimase più nessuno.
Anche se Muhammad VI del Marocco (il 1° in alto) ha qualche chance in più dei suoi dirimpettai dittatori. Potrebbe trasformarsi in un monarca costituzionale "cerimoniale" come accade nei Paesi più evoluti (vedi "Gran Bretagna ed Irlanda del Nord" o Spagna).

giovedì 17 febbraio 2011

L'Unione Europea: le informazioni essenziali

Una risposta su Yahoo Answers molto ampia, poi leggermente modificata:

Una risposta troppo lunga per Yahoo Answers (del 13/2/2011).

A) Quadro diacronico dell'Unione Europea, in particolare: 1) Trattati; 2) membership UE; 3) membership Eurozona; 4) membership Schengen.

Un antefatto dell'Unione Europea (d'ora in poi UE) è il Manifesto di Ventotene redatto da Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi a partire dal 1941; l'edizione definitiva è invece del 1944 a cura di Eugenio Colorni; il Manifesto propugna ideali di unificazione dell'Europa in senso federale fondandosi sui concetti di pace e libertà kantiana e sulla teoria istituzionale del federalismo hamiltoniano.

Il primo passo politico fu la dichiarazione Schuman del 9 maggio 1950; il 9 maggio viene celebrato nei Paesi dell'UE come festa dell'Europa.

Ulteriori passi furono la CECA (il cui trattato c.d. di Parigi fu firmato nel 1951ed entrò in vigore nel 1952); la CEE e l'Euratom (o CEEA) i cui 2 Trattati detti di Roma (perché lì furono firmati) entrarono in vigore nel 1958. I protagonisti di questi 3 Trattati furono i 6 "fondatori": Italia, Francia, Germania Ovest, Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo.

Un passo falso fu la bocciatura della CED (Comunità Europea di Difesa) nel 1954 dal Parlamento francese. Con essa naufragò anche la CPE (Comunità Politica Europea).

Il 5 luglio 1962 l'Algeria non è più parte della Francia e quindi delle 3 Comunità Europee (1° “restringimento”).

Nel 1967 entrò in vigore il Trattato di fusione (1° trattato successivo ai 3 trattati delle 3 Comunità, poi abrogato dal Trattato di Amsterdam) che unificò la struttura istituzionale delle 3 comunità, infatti il suo nome formale è "Trattato che istituisce un singolo Consiglio e una singola Commissione delle Comunità Europee".

Il 1° gennaio 1973 entrò in vigore il 1° allargamento a Regno Unito, Irlanda, Danimarca: gli Stati diventano 9. Il popolo norvegese per la 1° volta con un referendum dice no all'ingresso nell'UE.

Il 1° gennaio 1981 ci fu il 2° allargamento alla Grecia: gli Stati diventano 10.

Il 1° febbraio 1985 la Groenlandia (che fa parte del Regno di Danimarca) si ritira dall'Unione (2° restringimento).

Il 1° gennaio 1986 il 3° allargamento a Spagna e Portogallo: gli Stati diventano 12.

Nel 1987 entrò in vigore l'AUE (Atto Unico Europeo), 2° trattato successivo ai 3 trattati delle 3 Comunità.

Il 3 ottobre 1990, con l'unificazione tedesca, il 4° allargamento de facto dell'UE.

Il 1° novembre 1993 entra in vigore il Trattato di Maastricht o Trattato sull'Unione Europea (o TUE, 3° trattato successivo...): nasce l'UE, i 12 fondatori sono: i 6 (Germania, Francia, Italia, Belgio, Paesi Bassi, Lussemburgo) e Regno Unito, Irlanda, Danimarca, Grecia, Spagna e Portogallo.

Il 1° gennaio 1995 il 4° allargamento ad Austria, Finlandia e Svezia, il popolo norvegese per la 2° volta con un referendum dice no all'ingresso nell'UE, comunque gli Stati diventano 15.

Il 26 marzo 1995 gli accordi di Schengen entrano in vigore per: a) i 5 fondatori (Germania, Francia, Belgio, Paesi Bassi, Lussemburgo); b) Spagna e Portogallo (totale 7 Paesi Schengen).

Il 26 ottobre 1997 gli accordi di Schengen entrano in vigore per l'Italia (8° Paese Schengen).

Il 1° aprile 1998 gli accordi di Schengen entrano in vigore per l'Austria (9° Paese Schengen).

Nel 1999 entra in vigore il Trattato di Amsterdam (4° trattato successivo...) e nasce l'euro come unità di conto a tasso di cambio fisso con le valute nazionali. Gli 11 Stati “fondatori” dell'euro sono tutti eccetto: Grecia, Regno Unito, Danimarca e Svezia.

Il 26 marzo 2000 gli accordi di Schengen entrano in vigore per la Grecia (10° Paese Schengen).

Il 1° gennaio 2001 la Grecia entra nell'eurozona (è il 12° Stato): 1° allargamento eurozona.

Il 25 marzo 2001 gli accordi di Schengen entrano in vigore per i 5 Paesi nordici (Islanda, Norvegia, Svezia, Finlandia, Danimarca): 15 Paesi Schengen.

Nel 2002 l'euro entra materialmente in circolazione nei 12 Stati.

Nel 2003 entra in vigore il Trattato di Nizza (5° trattato successivo...).

Il 1° maggio 2004 entrano nell'UE 10 Stati (Polonia, Cechia, Slovacchia, Ungheria, Slovenia, Lettonia, Lituania, Estonia, Cipro e Malta) , portando il numero complessivo a 25. 5° allargamento UE.

Il 1° gennaio 2007: a) 6° allargamento UE (a Romania e Bulgaria: gli Stati diventano 27); b) 2° allargamento Eurozona: la Slovenia diventa il 13° Paese.

Il 21 dicembre 2007 per quel che riguarda i confini terrestri e marittimi e il 30 marzo 2008 per gli aeroporti gli accordi di Schengen entrano in vigore per 9 dei 10 Paesi entrati nell'UE il 1° maggio 2004 (tutti escluso Cipro, più esattamente: Polonia, Cechia, Slovacchia, Ungheria, Slovenia, Lettonia, Lituania, Estonia e Malta); quindi 24 Paesi Schengen.

Il 1° gennaio 2008 3° allargamento dell'Eurozona a Cipro e Malta (15 Stati con l'euro).

Il 12 dicembre 2008 per i confini terrestri e marittimi e il 29 marzo 2009 per gli aeroporti gli accordi di Schengen entrano in vigore per la Svizzera; quindi 25 Paesi Schengen.

Il 1° gennaio 2009 4° allargamento dell'Eurozona alla Slovacchia (16 Stati con l'euro).

Il 1° dicembre 2009 entra in vigore il Trattato di Lisbona (6° trattato successivo...).

Il 1° gennaio 2011 5° allargamento dell'Eurozona all'Estonia (17 Stati con l'euro).


Gli Stati con l'euro sono quindi: Germania, Francia, Italia, Belgio, Paesi Bassi, Lussemburgo Irlanda, Spagna, Portogallo, Austria, Finlandia, Grecia, Slovenia, Cipro, Malta, Slovacchia, Estonia.


Per altre informazioni sugli accordi di Schengen rimando a quest link: http://it.wikipedia.org/wiki/Accordi_di_Schengen#Entrata_in_vigore


B) Istituzioni e sedi:

I) Parlamento: l'unico organismo votato, ha funzione legislativa (assieme al Consiglio dell'UE) e di controllo politico; sede principale Strasburgo, secondaria: Bruxelles;

II) Commissione: è il “governo” dell'Unione: sede Bruxelles con alcuni servizi a Lussemburgo;

III) Consiglio dell'UE: ha sede a Bruxelles, ha funzione legislativa (assieme al Parlamento) ed è formato dai ministri dei singoli Stati e si riunisce nelle varie “formazioni” in base alla materia.

Dopo l'entrata in vigore del Trattato di Lisbona le formazioni sono dieci:

  • Affari generali

  • Affari esteri (presieduto dall'Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza)

  • Affari economici e finanziari (Ecofin)

  • Agricoltura e pesca

  • Giustizia e affari interni

  • Occupazione, politica sociale, salute e consumatori

  • Competitività

  • Trasporti, telecomunicazioni ed energia

  • Ambiente

  • Istruzione, gioventù e cultura

IV) Consiglio Europeo riunisce i Capi di Stato e di Governo, il Presidente della Commissione e il Presidente del Consiglio Europeo, inoltre prende parte agli incontri l'Alto Rappresentante; il Consiglio Europeo ha funzioni di indirizzo generale; sede Bruxelles;

V) Corte di Giustizia Europea, sede Lussemburgo; la CGUE ha il compito di garantire l'osservanza del diritto nell'interpretazione e nell'applicazione dei trattati fondativi dell'Unione europea;

VI) Corte dei Conti Europea, sede Lussemburgo;

VII) Servizio europeo per l'azione esterna (SEAE) sede a Bruxelles;

VIII) Mediatore europeo (sede a Strasburgo);

IX) Banca centrale europea (BCE), sede a Francoforte;

X) Banca europea degli investimenti (BEI), sede a Lussemburgo.

venerdì 11 febbraio 2011

Mubarak si è dimesso

Mubarak si è dimesso. Pieno potere ai militari che guideranno la transizione. Alla fine la piazza egiziana ce l'ha fatta e così inizia una nuova fase per l'Egitto. Spero che questa nuova fase faccia onore al grande passato di questo Paese (una delle prime civiltà "storiche" della Terra e, in particolare, del Mediterraneo).

sabato 29 gennaio 2011

Rivoluzione politica e rivoluzione tecnologica

Questo 2011 è iniziato con profondi rivolgimenti politici nel Nord Africa che, sebbene provocati dagli effetti nefasti della globalizzazione nel suo aspetto neoliberista, se andranno a buon fine (cioè verso delle democrazie compiute) rappresenteranno il completamento di quanto accaduto nel 1989 cioè il passaggio definitivo dalla modernità alla contemporaneità o post-modernità che dovrebbe, a mio avviso, essere caratterizzata dalla democrazia nell'intero Pianeta Terra.

Similmente in ambito tecnologico, che ha visto anch'esso un suo importante momento nel 1989 con la creazione del World Wide Web, il raggiungimento del limite di 2 miliardi di indirizzi dell'IPv4, raggiungimento che alcuni prevedono già per il 2 febbraio prossimo (vedi: http://www.repubblica.it/tecnologia/2011/01/26/news/attenzione_internet_si_sta_riempiendo_l_allarme_di_cerf-11665556 ) sta accelerando il passaggio all'IPv6, il cui primo "assaggio" sarà l'8 giugno di quest'anno quando Google e altri grandi aziende testeranno per un giorno il nuovo "Protocollo".
L'IPv6, con i suoi 3,4x10^38 indirizzi (ovvero 340 sestilioni secondo la "scala lunga" o 340 "undecalioni" con la "scala corta") sarà il passo decisivo verso quell'internet delle cose che costituirà (insieme forse ad altre cose non previste) il web 3.0.

Poi la rivoluzione tecnologica, nonostante gli oscuramenti di internet e dei media degli ultimi giorni, è legata anche a queste rivoluzioni politiche a livello di organizzazione e di contatti fra i sostenitori delle manifestazioni. Ma che i vari cambiamenti siano legati fra loro è un dato assodato già dal primo periodo definito "di passaggio verso la contemporaneità" ovvero quello che fra fine '700 e inizio '800 vide le 2 rivoluzioni (americana e francese) contemporanee e, in qualche modo, legate alla rivoluzione industriale o, in maniera ancora più marcata, già dal passaggio dal Medio Evo alla Modernità segnato dal'invenzione della stampa a caratteri mobili.

mercoledì 26 gennaio 2011

I segreti di Elisabetta II Windsor

In questi ultimi mesi si parla (e si scrive) molto sul matrimonio di aprile fra William e Kate, ma ci sono altri 2 eventi quest'anno per gli appassionati di statistiche: il 6 febbraio Elisabetta II compirà i 59 anni di regno e il 13 maggio, considerando che durante il regno di Elisabetta ha avuto 15 giorni bisestili mentre il regno di Giorgio 3° ne ha avuti 14, supererà Giorgio 3° e diventerà la 2° regina come durata del regno di tutti i tempi per quanto riguarda l'Inghilterra, la Gran Bretagna ed il Regno Unito.
L'11 settembre 2015, a Dio piacendo, Elisabetta 2° supererà la regina Vittoria (in questo caso il conteggio anni + giorni e quello “giorni puri” equivalgono perché c'è lo stesso numero di anni bisestili, 16) diventando la sovrana britannica (compresi i sovrani uomini) più longeva (come durata del regno) di tutti i tempi e la regina con il regno più lungo di tutta la Terra per quel che riguarda però le sole regine donne.
God save the Queen!

Trovate i 2 conteggi alla rovescia nei 2 blog creati per il possibile duplice evento/primato:
http://elisabetta2elastoria.blogspot.com (in italiano)
http://elizabeth2windsor.blogspot.com (in English)

P.S. Già Elisabetta II è la più longeva come età anagrafica.

martedì 4 gennaio 2011

La cristianofobia, quell'oscuro male

E' di questi giorni l'attentato ai cristiani copti in Egitto che rientra in un più generale clima di cristianofobia, cioè di attacco violento soprattutto da parte di islamici ed, in parte, induisti (cioè 2 delle altre 3 grandi religioni della Terra - mentre la 3°, o meglio la 4° in totale è il buddhismo) ai cristiani che sono, in questo momento storico, come "agnelli in mezzo ai lupi" come dice in un bell'articolo Antonio Socci.
La stampa - come rilevato dallo stesso Socci - non ha dato molta importanza all'evento (anche se qua e là ci sono stati articoli significativi, come questo) ed è un peccato perché la pacifica convivenza tra le religioni e l'assenza di odio nelle loro relazioni è uno degli elementi cardini su cui si baserà la convivenza futura in un contesto globale, multiculturale, multietnico, multireligioso.

P.S. aggiungo un altro articolo molto ben scritto ed esauriente, ma di diverso orientamento: questo.

I miei blog personali

Blog tematici (attivi):
A) Blog umanitari:
1) Il Mondo Futuro
2) Il blog del womese in italiano
3) Storia delle Lingue
4) Stabecone

B) Blog culturali:
1) Mikipedie
2) La Baya
3) Sport con la Palla

C) Blog Cristiani:
1) Cristianesimo

Blog generalisti (inattivi):
Il 3° blog di Mikelo Gulhi:
il blog con i post non presenti nel mio blog principale
Notes de Mikelo, volume 4eze: la versione womese di questo blog.
(con gli aggiornamenti dei miei vari blog)

Premi




Il Mondo Futuro Classico con 15 Stati

Il Mondo Futuro Classico con 15 Stati

Il Mondo Futuro (carta politica)

Il Mondo Futuro (carta politica)
IT: Il Mondo Futuro: 1 Mondo, 15 Stati, più di 300 Catepi
DE: Die Zukunftige Welt: 1 Welt, 15 Staaten, mehr als 300 Katepen

EN: The Future World: 1 World, 15 States, more than 300 Katepes
ES: El Mundo Futuro: 1 Mundo, 15 Estados, más de 300 Katepes
FR: Le Monde Futur: 1 Monde, 15 États, plus de 300 Katepes
PT: O Mundo Futuro: 1 Mundo, 15 Estados, mais de 300 Katepes

RU: Будущий Мир: 1 Мир, 15 государствa, больше чем 300 Kaтeпя

WE: Le Monde Futureze: 1 Monde, 15 SHtates, pli ol 300 Katepes

Il sito-blog de "Il Mondo Futuro": http://ilmondofuturo.blogspot.com

I Monumenti di 14 dei 15 Stati

Fonte delle foto: Wikipedia (www.wikipedia.org).

Le bandiere di 13 dei 15 Stati e dell'ONU

Crea le tue foto ed immagini come Slideshow per eBay, Netlog, MySpace, Facebook o la tua Homepage!Mostrare tutte le immagini di questo Slideshow
Il Segretario Generale ONU e i 15 Capi di Stato e/o di Governo sono qui.
Il 1° capitolo de "Il Mondo Futuro" è qui.
La presentazione estesa de "Il Mondo Futuro" è qui.
La presentazione breve de "Il Mondo Futuro" è qui.
IL PASSATO DEL BLOG

I visitatori del mio blog

A volte ritornano - Bloggiamo la legge Levi-Prodi contro il Web

Come sarebbe un Mondo con 15 Stati Federali a loro volta confederati nell'ONU?

DE:
EN: The translation in English is here
ES: La traducción en Español es aquí
FR:
PT:

Se fossi Parlamentare





Qui sotto il codice da copiare:







"Se fossi Parlamentare" è nato come gruppo di oknotizie. Lo trovi a questo indirizzo: http://sefossiparlamentare.oknotizie.alice.it

È presente anche come blog su blogspot, a questo indirizzo: http://sefossiparlamentare.blogspot.com

Appunti di Michele è con il popolo birmano e con tutti i popoli perseguitati della Terra. Contro ogni forma di violenza e per una pace federale, sussidiaria e partecipativa.

Contro gli EPA




Questo blog è contro gli EPA

Appello per il Nord Uganda

Contro gli abusi sui bambini


La galassia Lulu

> Grazia, Vetrina Lulu
> Grazia, Sito

> Micolucci Giovanni, Vetrina Lulu

> Modena Elisabetta, Vetrina Lulu
> Modena Elisabetta, Blog

> Kaptchevskaia Tatiana, Vetrina Lulu
> Kaptchevskaia Tatiana, Blog

> Alfani Andrea, Vetrina Lulu
> Alfani Andrea, Blog

> Cattin Ombretta, Vetrina Lulu
> Cattin Ombretta, Blog

> Maltoni Milena,Vetrina Lulu
> Maltoni Milena, Blog

> Marzoli Clemente Valeria, Vetrina Lulu
> Marzoli Clemente Valeria, Libreria Anobii

> Pellegrini Arianna, Vetrina Lulu
> Pellegrini Arianna, Blog

> Guglielmino Francesco, Vetrina Lulu
> Guglielmino Francesco, Blog 1
> Guglielmino Francesco, Blog 2
> Guglielmino Francesco, Vetrina (deviant ART)

> Tronci, Riccardo, Vetrina Lulu
> Tronci Riccardo, Blog

> Tribastone Salvatore, Vetrina Lulu
> Tribastone Salvatore, Sito
> Tribastone Salvatore, Sito condiviso
> Poeti e scrittori, Forum

> Trofino Andrea, Vetrina Lulu
> Trofino Andrea, Blog

> Li Volsi Aldo, Vetrina Lulu
> Li Volsi Aldo, Blog

> Bernocco Roberto, Vetrina Lulu
> Bernocco Roberto, Sito web

> Zanierato Lorenzo, Vetrina Lulu
> Zanierato Lorenzo, Sito web

> Armato Gaspare, Vetrina Lulu
> Armato Gaspare, Blog Splinder

> Di Benedetto Giovanni, Vetrina lulu
> Di Benedetto Giovanni, Blog

> D'Aquale Nunzia, Vetrina lulu
> D'Aquale Nunzia, Blog

> Bompiani Giorgio, Vetrina Lulu
> Bompiani Giorgio, Libreria Anobii

> Oleastri Luca, Vetrina Lulu
> Oleastri Luca, Sito web
> Oleastri Luca, Blog

> Gavioso Riccardo, Vetrina Lulu
> Gavioso Riccardo, Libreria Anobii
> Gavioso Riccardo, Blog

> Civolani, Stefano, Vetrina Lulu
> Civolani Stefano, Blog

> Pholo Julia, Vetrina Lulu
> Pholo Julia, Sito web

> Parrini Luca, Vetrina Lulu
> Parrini Luca, Yourbooks - Sito web

> Naima, Vetrina Lulu
> Naima, Blog

> Pagliarino Guido, Vetrina lulu
> Pagliarino Guido, Sito web

> Allo Elisa, Vetrina Lulu
> Allo Elisa, Blog Splinder
> Allo Elisa, Blog Tiscali

> Navarra Simone Maria, Vetrina Lulu
> Navarra Simone Maria, Blog

> Spezia David A. R.Vetrina lulu
> Spezia David A.R. Sito web

> Pasa Nicola, Vetrina Lulu
> Pasa Nicola, Sito web
> Pasa Nicola, Blog

> Nicosia Giuseppe, Vetrina lulu
> Nicosia Giuseppe, Sito web
> Nicosia Giuseppe, Blog

> Topa Vincenzo, Vetrina lulu
> Topa Vincenzo, Sito web

> Calicchio Stefano, Vetrina lulu
> Calicchio Stefano, Sito web
> Marketing Editoriale, Forum

> Guastella Stefano,Vetrina Lulu
> Guastella Stefano, Sito web

> Abeni Sabrina, Vetrina Lulu
> Abeni Sabrina, Sito web

> Bezzi Fabio, Vetrina lulu
> Bezzi Fabio, Sito web

> Rettaroli Manuela, Vetrina lulu
> Rettaroli Manuela, Libreria Anobii
> Parolando, Forum
> Parolando, Forum Anobii

> Beltrame Luca, Vetrina Lulu
> Beltrame Luca, Sito web
> Beltrame Luca, Blog

> Mastrovito Miriam, Vetrina Lulu
> Mastrovito Miriam, Sito web
> Mastrovito Miriam, Blog
> Mastrovito Miriam, Profilo My Space
> Autori Emergenti, Forum My Space

> Carcavallo Ferdinando, Vetrina Lulu
> Carcavallo Ferdinando, Blog
> Carcavallo Ferdinando, Sito web

> Parenti Roberto, Vetrina Lulu
> Parenti Roberto, Profilo My Space (e Blog)

> Guglielmino Michele, Vetrina Lulu
> Guglielmino Michele, Libreria Anobii
> Guglielmino Michele, Blog Blogspot
> Guglielmino Michele, Blog Lulu
> Guglielmino Michele, Blog Splinder
> Autori - Blog 1
> Autori - Blog 2
> Autori - Blog 3
> Autori - Blog 4
> Kulture, Forum
> Autori - Forum Anobii
> Autori della Rete
> LAPY

> Crestani Gianni, Vetrina Lulu
> Crestani Gianni, Libreria Anobii
> Crestani Gianni, Sito web
> Crestani Gianni, Blog
> ALBA Blog 1
> ALBA Blog 2
> ALBA Blog 3
> Buona Lettura, Forum
> Lulu Italia, Forum Anobii

In questo post tutti i candidati premier delle elezioni del 13 e 14 aprile 2008.
Qui le integrazioni (cioe' piu' sotto).
Qui le liste dei candidati al Parlamento (ma in base alla legge non si possono esprimere preferenze, ma si puo' votare solo il simbolo del partito).

Chi ci guadagna dall'ammissione della DC di Pizza e dal rinvio delle elezioni?

Una delle cartine non definitive














Cliccare sull'immagine per ingrandirla

IT: Il Mondo Futuro: 1 Mondo, 31 Stati, 45 Catepi
DE: Die Zukunftige Welt: 1 Welt, 31 Staaten, 45 Katepen
EN: The Future World: 1 World, 31 States, 45 Katepes
ES: El Mundo Futuro: 1 Mundo, 31 Estados, 45 Katepes
FR: Le Monde Futur: 1 Monde, 31 États, 45 Katepes
PT: O Mundo Futuro: 1 Mundo, 31 Estados, 45 Katepes

Catepi e Stati pluri-catepali

Gli Stati pluri-catepali sono:
1) Russia che e' penta-catepale (5 catepi)
2-6) Canada, Stati Uniti, Brasile, Cina, Australia, ognuno dei quali e' tri-catepale (3 catepi ciascuno).
Gli altri 25 Stati sono altrettanti Catepi.
Il "Catepe" e' un concetto in via di definizione: quelli che non coincidono con uno Stato Federale dovrebbero avere piu' sovranita' di uno Stato Federato, ma meno sovranita' di uno Stato Federale (per preservare l'unita' dello Stato in questione).
Per esempio, ogni Catepe infra-statale dovrebbe essere rappresentato all'ONU, ma non dovrebbe avere un esercito proprio.
Comunque ci sto pensando su.

Michele come autore e come fruitore

La mia vetrina Lulu e' a questo indirizzo:
http://www.lulu.com/spotlight/mikelo
La mia audioteca di LastFM e' a quest'indirizzo:
http://www.lastfm.it/user/MikeloGulhi

La mio biografia è a quest'indirizzo:
http://it.wikikulture.wikia.com/wiki/Michele_Guglielmino