Il Mondo Futuro Preciso a 22 Catepi e 19 Stati

Il Mondo Futuro Preciso a 22 Catepi e 19 Stati

Contro la Pena di Morte

Questo blog è a favore dell'Abolizione Internazionale della Pena di Morte
Approvata in commissione ONU la moratoria sulla Pena di Morte e ratificata dall'Assemblea Generale il 18/12/2007. E' un gran giorno per l'umanità.
La petizione contro la Pena di Morte si può firmare qui .

lunedì 24 marzo 2008

Breve riflessione sulla chiusura di Blogbabel e sui social (network)

I social network e/o gli aggregatori sono indispensabili, non questo o quello, ma come categoria. Tramite i social network noi blogatori possiamo dialogare fra di noi o vedere cio' che stanno facendo gli altri.

Tramite i social network i blog diventano anche dei forum.

I social uccideranno la carta stampata? Secondo me e' probabile (ma non le professioni intellettuali/umanistiche che saranno anzi rafforzate).

I social si basano anche sulle pubbliche relazioni? Secondo me e' vero.

Nei social si impiega tempo? Vero, ma e' molto piu' proficuo di quello passato davanti alla TV.

Certo i social non sono perfetti, ma cosa su questa Terra lo e'?

Pero' vi dico una cosa: nel bene e/o nel male i social cambieranno il Mondo.

E la pluralita' dei social e' un valore. Per questo mi dispiace che abbiano chiuso temporaneamente blogbabel.

domenica 23 marzo 2008

Buona Pasqua in Lingua

da www.amando.it, integrato con italiano, esperanto e portoghese:

BUONA PASQUA (italiano)

BONAN PASKON (esperanto)

FELIZ PASCOA (portoghese)

HAPPY EASTER
(inglese)

FELICES PASCUAS (spagnolo)

FOUAI HWO GIE QUAI LE (cinese)

FROHE OSTERN (tedesco)

EID-FOSS'H MUBARAK (arabo)

SRETAN USKRS (croato)

GEZUAR PASHKEN (albanese)

PASTE FERICIT (rumeno)

VESELE VELIKONOCE (ceco)

KALO PASKA (greco)

JOYEUSE PAQUES (francese)

SREKEN VELIGDEN (macedone)

giovedì 20 marzo 2008

Il “caso Ciarrapico” e il cd. “voto utile”, l'Europa, la Russia, gli Stati Uniti – 2° parte / Resoconto mensile dei 15 Stati: una voce fuori dal coro

Questa e' la 2° parte di questo post: e' stata ampliata rispetto alle previsioni iniziali, diventando la 1° parte del 1° dei resoconti che cerchero' di tenere ogni mese sui 15 “futuri Stati”.


Questo marzo 2008 e' stato un mese “ricco”, politicamente parlando, cerchero' di illustrarvi il mio punto di vista sulle principali novita'


Ci sono state le elezioni in Europa, in Russia e continuano le presidenziali US.

In Europa, sia in Francia (alle amministrative) che in Spagna (alle politiche) c'e' stata una vittoria della sinistra, in Russia Medvev “nominato” dall'alto dal suo predecessore Putin ha ricevuto la “conferma” popolare, una conferma in elezioni senza osservatori OSCE (ritiratisi per mancata collaborazione delle autorita' russe) e coi (pochi) osservatori UE presenti che nel rapporto hanno descritto le elezioni russe come al di sotto degli standard democratici.


Le elezioni in Europa mostrano come il “vento” politico stia cambiando e il liberismo non e' piu' cosi' in auge, come ho detto in termini “decisi” qualche post fa.


Le elezioni in Russia, oltre a porre problemi costituzionali di non poco momento (la Russia da Repubblica Presidenziale si trasformera' in “Premierato”? Cioe' Putin si accontentera' del ruolo di 2° piano, rispetto al suo delfino Medvev, assegnatogli dalla Costituzione o la cambiera', se non formalmente, dal punto di vista della prassi?) dimostrano, ancora una volta come il popolo slavo piu' grande e ricco di storia sia ancora lontano dall'aver raggiunto la Democrazia.


Per quanto riguarda le Presidenziali negli US, al di la' dei limiti piu' volte accennati e scevro da ogni trionfalismo/esaltazione alla Timothy Garton Ash del “soft power” della democrazia US, devo dire che confermano, rispetto a quel che passa il “convento”/Mondo, che gli US, India a parte, sono la piu' popolosa democrazia del pianeta.


Una democrazia che, pero', vive al di sopra delle proprie possibilita' e che ha fatto del consumo un “feticcio”, un'ideologia (il “consumismo”) e che ora sta pagando lo scotto di una “vita spericolata”. Tale scotto lo sta subendo anche l'intero Pianeta che non si basa su una parita' monetaria come quella che propugno nel mio libro, ma su una sola moneta-base: il Dollaro US. Molte parti del Mondo stanno soffrendo l'infinita crisi dei subprime (di cui parlai all'epoca qui), in Europa paghiamo anche l'eccessiva forza dell'Euro sul Dollaro, ma sembrano subire particolarmente il tracollo statunitense le democrazie dell'America Latina che si basano sulle rimesse degli emigrati negli US. Insomma il “fratello maggiore” statunitense sta facendo impoverire quell' “emisfero occidentale” di cui avrebbe dovuto essere il mentore.


(continua)

Piccola informazione scientifica: in Australia e' da poco... autunno

Dalle 14:00 ora italiana e' autunno in Australia.

Innanzitutto va detto che cio' non vale per tutta l'Australia, ma solo per i suoi Stati e Territori orientali (Queensland, New South Wales, Victoria, Tasmania e Distretto Federale).

Cio' accade per l'effetto combinato della differenza di longitudine (distanza tra i meridiani) che determina i fusi orari (seppur con alcune particolarita' geopolitiche) e della differenza di latitudine (distanza fra i paralleli) che fa si' che l'Australia sia nell'emisfero... australe (o meridionale) dove le stagioni sono rovesciate o, meglio, “simmetriche” rispetto al nostro emisfero boreale (o settentrionale): boreale: primavera, australe: autunno; boreale: estate, australe: inverno; ecc.

Per cui buon autunno a tutti gli abitanti dell'emisfero Australe (quindi non solo gli Oceanici, ma anche i Sudamericani e alcuni popoli Africani), mentre a tutti i “Boreali” auguro Buona Primavera (e Buona Pasqua).


Michele


P.S. Il post spesso rinviato (forse altrettanto atteso?) sara' postato questa sera.

lunedì 17 marzo 2008

17 Marzo 2008: il crollo del liberismo?

Il seguito del post Il “caso Ciarrapico” e il cd. “voto utile”, l'Europa, la Russia, gli Stati Uniti – 1° parte verra' pubblicato, in maniera e in un'ottica piu' ampia nei prossimi giorni, per ora vi offro come spunto di riflessione questo post in qualche misura "profetico". Buona lettura.

Forse un giorno i posteri ricorderanno la data di oggi, caratterizzata dal crollo delle borse mondiali e da pareri di numerosi esperti (come il direttore generale dell'FMI, Strauss-Kahn) che ritengono che la crisi statunitense e mondiale durera', come il giorno del crollo del liberismo e affiancheranno questa data al 9 novembre 1989, quando il crollo del muro di Berlino ha portato al crollo del comunismo. Il liberismo rappresenta l'altra grande ideologia materialistica oltre al comunismo ed e' retaggio anch'essa del '900.

Il materialismo, sia nella sua versione liberistica che materialistica ha dato molto al dibattito dialettico, ma ha fallito. Ha fallito perche' non ha saputo dare delle risposte alle esigenze dell'Umanita'. Ha fallito perche' ha ritenuto che l'essere umano fosse solo materia, ma non e' cosi', non e' mai stato cosi', non sara' mai cosi'.

Ha fallito perche' ha voluto sostituire Dio con delle presunte entita' onniscienti: lo Stato per il Comunismo, il Mercato per il Capitalismo/Liberismo. Dio non solo non e' morto, ma si e' dimostrato piu' forte. Piu' forte dello Stato, piu' forte del Mercato. Dio non si occupa prevalentemente di politica o di economia ma, piuttosto, si occupa principalmente dell'uomo, sia come singolo, sia come collettivita'.

Dio e' in ciascuno di noi che possiamo, se vogliamo, costruire un futuro migliore andando al di la' delle ideologie 800/'900esche e farci promotori/-trici di nuove, impensabili forme di convivenza umana.

giovedì 13 marzo 2008

Le utopie possibili 1 – la democrazia diretta realizzata (in Svizzera)

Questo post doveva essere dedicato alla 2° parte del post precedente, quest'ultimo e' invece posticipato alla prossima volta (probabilmente dopodomani).


Spesso quando si parla di democrazia diretta si fa riferimento alle polis greche.

Chi conosce un po' di storia fa alcuni appunti:

1) la democrazia diretta in Grecia non comprendeva le donne e gli schiavi;

2) le polis non erano popolate come le metropoli odierne, figuriamoci se erano popolate come i grandi Stati;

3) si sta parlando di una situazione socio-politica di piu' di 2000 anni fa.


Probabilmente chi e' “ferrato” in storia farebbe anche altri appunti, ma questi sono quelli piu' importanti e, dal mio punto di vista, gia' sono sufficienti.


Allora la democrazia diretta non e' mai esistita, vi starete chiedendo voi?

No, in Grecia e' esistita, seppur con le limitazioni di cui sopra ma, soprattutto, esiste ora in uno stato confinante con l'Italia: la Svizzera.

In Svizzera esiste un ampio federalismo e una sussidiarieta' sia verticale che orizzontale, cioe' lo Stato centrale devolve gran parte dei suoi poteri agli Stati Federati (in gran parte coincidenti con i tradizionali Cantoni) e ai cittadini che possono usufruire di possibilita' referendarie inusitate per il resto del Mondo.

Forse la Grande Europa per riconciliarsi con i suoi cittadini ed attuare una maggiore giustizia sociale dovrebbe prendere esempio dal piccolo grande Stato alpino...

Vi lascio alla descrizione che ne fa uno svizzero italofono.

martedì 11 marzo 2008

Il “caso Ciarrapico” e il cd. “voto utile”, l'Europa, la Russia, gli Stati Uniti – 1° parte

Avevo detto che la “politica politicante” non mi appassiona piu'. Ed e' vero, almeno nella misura in cui non risponde alle esigenze di noi cittadini. Ma, dato che questo mese di marzo e' stato ricco di “avvenimenti” politici (elettorali), in Italia e a livello Europeo ed Internazionale ho “l'obbligo” come blogatore di darne un breve resoconto. Oggi parlero' dell'Italia. Nel prossimo post dell'Europa, degli Stati Uniti e della Russia.


Europa (Italia)


Si e' parlato tanto in questi giorni dell'imprenditore romano Giuseppe Ciarrapico. Il “cattivo” Berlusconi lo vuole fortissimamente in lista, mentre il “buon” Fini no. Non vorrei che questa fosse l'ennesima “scenetta” del “teatrino” della politica con Fini e Berlusconi che interpretano le parti del “poliziotto buono” e del “poliziotto cattivo” tramandateci dai film statunitensi. Il fine poco nobile della “scenetta” sarebbe togliere voti alla Destra (Estrema) di Storace.

A proposito di Storace (La Destra e Fiamma) e degli altri 2 poli minori, l'Unione di Centro (UDC-Rosa Bianca) e La Sinistra–L'Arcobaleno - a parte notare che avevo pronosticato 5 poli (e quello di centro senza Mastella) prima che i telegiornali ufficiali dessero la notizia (piu' esattamente in quest'articolo) - voglio soffermarmi sulla nozione di “voto utile”.

Berlusconi, il gran cultore della lingua italiana, lo stesso che ha trasformato, mediante le sue televisioni, il termine “moderato” in sinonimo di “conservatore” o della locuzione “di destra”, dopo averci deliziato, tra l'altro, con espressioni tragicomiche come “partito unico” (degno del miglior Stalin) ed essersi auto-proclamato erede di De Gasperi (questi ha prontamente ringraziato... dopo essersi rivoltato nella tomba), quest'uomo ora parla di “voto utile”.

Qualunque persona di buon senso (non serve scomodare i costituzionalisti) vi dira' che, se le elezioni non sono truccate, qualsiasi voto e' “utile”. Che poi il partito che non si e' votato non superi il quorum e' questione diversa ma, finche' non ci sara' il listone (del partito unico) alla sovietica, ogni voto e' utile.

In particolare queste elezioni sono, in un certo senso “costituenti”, sono insomma un “referendum” non fra Berlusconi e Veltroni, ma fra il bipartitismo e il multipartitismo. Un multipartitismo pero' che non sarebbe “esasperato” secondo le (peggiori) tradizioni italiane, ma ridotto a 5-6 partiti (lo stesso risultato che si sarebbe ottenuto con la legge proporzionale alla tedesca). Votare per i 3 principali poli minori (e' un ossimoro, lo so) vuol dire votare per il multipartitismo (moderato). Quindi non e' un voto inutile. Almeno per chi e' contro il bipartitismo “all'anglosassone”.

sabato 8 marzo 2008

Dedicato a tutte le donne

Oggi e' l'8 marzo, la festa della donna. La vera origine di questa festa e' controversa come potete constatare da quest'articolo di Wikipedia (in particolare qui).

Anche se l'avvenimento non fosse accaduto realmente, lo sfruttamento della manodopera nell'800 e agli inizi del '900, in particolare quella femminile, e' un fatto acclarato da tutti i libri di storia e da tutti gli storici seri. Che poi si possa trovare qualche storico “bizzarro” che neghi tale sfruttamento e' possibile: d'altronde se ci sono dei “sapientoni” come Irving che negano l'Olocausto...

Tornando a bomba, la discriminazione verso le donne ha radici antiche, come mostra il maschilismo di molte lingue vive e morte, naturali ed artificiali, per questo la lingua che sto costruendo per diletto ha fra le sue caratteristiche-base la parita' di genere...

La soluzione non e', secondo me, il “femminismo”, ma la soluzione e' il “paritarismo” cioe' il credere che gli uomini e le donne debbano avere pari opportunita'. Quest'idea espressa da questo neologismo, di cui sono uno dei “sostenitori della prima ora” e' talmente radicata nel mio “sistema di idee” che nel mio piccolo saggio (“Il Mondo Futuro”) ho scritto:

bisognerebbe istituire “quote rosa” e “quote azzurre” del 33,3% (ovvero di 1/3) in tutti i lavori, eccetto quelli poco gratificanti e tipicamente maschili (come il muratore) o femminili (i lavori di cura).

L'altro 33% sarebbe invece lasciato al merito e, eventualmente, a quote per i disabili. Questa doppia quota non sarebbe una “forzatura socialista-egalitarista”, ma anzi avrebbe un preciso valore culturale e scientifico, in quanto e' dimostrato (almeno allo stato attuale delle conoscenze) che le donne utilizzano il cervello in maniera, seppur di poco, differente rispetto agli uomini (e viceversa). Cio' vuol dire che in una “squadra” (o team o équipe) di lavoro e ricerca scientifica la presenza di entrambi i sessi potrebbe permettere di vedere lo stesso problema da angolazioni differenti e, quindi, di arrivare piu' facilmente e velocemente alla risoluzione dello stesso.

Il “paritarismo” e' uno degli aspetti di quella “uguaglianza non omologatoria” di cui parlo nel mio saggio, ma questa e' un'altra storia.

Mi piace pero' finire questo breve articolo con parole non mie, ma dell'amico e maestro di blog Riccardo, parole dal sapore quasi profetico: spero che il termine finisca presto di essere neologismo, trovare a pieno titolo ospitalità nel Devoto-Oli, per poi scomparire del tutto.

Un saluto a tutte (e a tutti),

Mikelo

venerdì 7 marzo 2008

lunedì 3 marzo 2008

Appunti di Michele, tomo 2°: 100 (e 1) e non li dimostra

Lo scorso post e' stato il 100°, almeno per questo blog su blogger che e' diventato quello principale.

L'attivita' di “blogatore” e' iniziata il 26 aprile 2007 nel blog di Lulu (ora chiuso, rectius: trasformato), cui si e' affiancato dal 21 maggio il blog su Splinder (ancora attivo) e dal 18 giugno questo.

Il 18 giugno pero' non coincide col mio esordio su blogger, dato che gia' postavo ne “Il blog degli Autori” nato dall'inventiva di uno dei 2 miei “maestri di blog”, Gianni che gia' all'epoca era un blogatore abbastanza affermato.

La svolta nella mia attivita' di “blogazione” e' arrivata pero' piu' tardi grazie al mio ingresso in oknotizie, che devo all'altro mio grande “maestro di blog”, Riccardo, dal cui blog ho mutuato (si' lo confesso) molti dei widget che ci sono attualmente (alcuni widget li devo invece a Gianni).

Scusate se ho usato un po' di retorica, ma e' una bella storia, non di successo come i protagonisti della TV ma, meglio, di relazioni umane.

Un affettuoso saluto a tutti i miei lettori e agli amici blogatori,

Mikelo

sabato 1 marzo 2008

3 notizie variamente collegate

Oggi sono stato colpito da 3 notizie.

La 1° riguarda la politica, in particolare la politica penale: secondo il Pew Center of States 1 nero statunitense su 15 e' in carcere, ma la percentuale sale ad 1 su 9 fra i giovani. Anche gli ispanici (anche se non capisco la differenza razziale, non sono bianchi anche loro? mah) sono decisamente piu' “rappresentati” nelle carceri rispetto ai “bianchi” (1 su 36 rispetto ad 1 su 106).

La 2° notizia e' che esiste un servizio, netvibes che vuole essere un anti-portale personalizzato (anche se l'ho visto e non mi sembra una rivoluzione: perche', per esempio, si puo' scegliere solo facebook e non myspace? Mistero. Non mi sembra, poi, tanto dissimile da iGoogle, per esempio.).

Al di la' del servizio, l'idea di fondo dell'autore, intervistato da “la Repubblica”, e' che ciascuno di noi rimane unico nella sua irripetibile individualita'.

La 3° notizia e' che un gruppo di ricercatori della Chicago University “ha studiato oltre 9.000 geni in 180 persone, in parte di razza caucasica (quella europea) e in parte dalla Nigeria. Trovando differenze tra le due razze nel 5% dei geni chiave.” Sembrano aperte le porte per la medicina individualizzata, anche se, secondo me, non bisogna esagerare (ma su questo tornero' fra un po').

Qual e' la morale?

Secondo me e' che liberta' e differenza esistono, ma sono “oggetti” intellettuali da maneggiare con cura.

Innanzitutto non possono essere fonte di discriminazione in campo lavorativo e/o penale.

In secondo luogo sono una ricchezza per internet, ma sfruttare commercialmente tale ricchezza mi sembra sbagliato culturalmente prima ancora che moralmente.

In terzo luogo possono essere utili in campo medico (oltre ad aver favorito nel tempo la sopravvivenza della nostra specie) ma non bisogna dimenticare che oltre il 90% dei geni sono in comune fra tutta la specie umana e certi farmaci hanno salvato la vita ad intere generazioni.

Non bisogna inoltre dimenticare quello che disse una volta De Andre' (sicuramente non un cattolico, ne' un fautore “della coerenza e della stabilita”): “certe tematiche umane ci sono da sempre... e, forse, non cambieranno mai”.

Come dire che certe regole psico-fisiche valgono per tutti. E per sempre.

I miei blog personali

Blog tematici (attivi):
A) Blog umanitari:
1) Il Mondo Futuro
2) Il blog del womese in italiano
3) Storia delle Lingue
4) Stabecone

B) Blog culturali:
1) Mikipedie
2) La Baya
3) Sport con la Palla

C) Blog Cristiani:
1) Cristianesimo

Blog generalisti (inattivi):
Il 3° blog di Mikelo Gulhi:
il blog con i post non presenti nel mio blog principale
Notes de Mikelo, volume 4eze: la versione womese di questo blog.
(con gli aggiornamenti dei miei vari blog)

Premi




Il Mondo Futuro Classico con 15 Stati

Il Mondo Futuro Classico con 15 Stati

Il Mondo Futuro (carta politica)

Il Mondo Futuro (carta politica)
IT: Il Mondo Futuro: 1 Mondo, 15 Stati, più di 300 Catepi
DE: Die Zukunftige Welt: 1 Welt, 15 Staaten, mehr als 300 Katepen

EN: The Future World: 1 World, 15 States, more than 300 Katepes
ES: El Mundo Futuro: 1 Mundo, 15 Estados, más de 300 Katepes
FR: Le Monde Futur: 1 Monde, 15 États, plus de 300 Katepes
PT: O Mundo Futuro: 1 Mundo, 15 Estados, mais de 300 Katepes

RU: Будущий Мир: 1 Мир, 15 государствa, больше чем 300 Kaтeпя

WE: Le Monde Futureze: 1 Monde, 15 SHtates, pli ol 300 Katepes

Il sito-blog de "Il Mondo Futuro": http://ilmondofuturo.blogspot.com

I Monumenti di 14 dei 15 Stati

Fonte delle foto: Wikipedia (www.wikipedia.org).

Le bandiere di 13 dei 15 Stati e dell'ONU

Crea le tue foto ed immagini come Slideshow per eBay, Netlog, MySpace, Facebook o la tua Homepage!Mostrare tutte le immagini di questo Slideshow
Il Segretario Generale ONU e i 15 Capi di Stato e/o di Governo sono qui.
Il 1° capitolo de "Il Mondo Futuro" è qui.
La presentazione estesa de "Il Mondo Futuro" è qui.
La presentazione breve de "Il Mondo Futuro" è qui.
IL PASSATO DEL BLOG

I visitatori del mio blog

A volte ritornano - Bloggiamo la legge Levi-Prodi contro il Web

Come sarebbe un Mondo con 15 Stati Federali a loro volta confederati nell'ONU?

DE:
EN: The translation in English is here
ES: La traducción en Español es aquí
FR:
PT:

Se fossi Parlamentare





Qui sotto il codice da copiare:







"Se fossi Parlamentare" è nato come gruppo di oknotizie. Lo trovi a questo indirizzo: http://sefossiparlamentare.oknotizie.alice.it

È presente anche come blog su blogspot, a questo indirizzo: http://sefossiparlamentare.blogspot.com

Appunti di Michele è con il popolo birmano e con tutti i popoli perseguitati della Terra. Contro ogni forma di violenza e per una pace federale, sussidiaria e partecipativa.

Contro gli EPA




Questo blog è contro gli EPA

Appello per il Nord Uganda

Contro gli abusi sui bambini


La galassia Lulu

> Grazia, Vetrina Lulu
> Grazia, Sito

> Micolucci Giovanni, Vetrina Lulu

> Modena Elisabetta, Vetrina Lulu
> Modena Elisabetta, Blog

> Kaptchevskaia Tatiana, Vetrina Lulu
> Kaptchevskaia Tatiana, Blog

> Alfani Andrea, Vetrina Lulu
> Alfani Andrea, Blog

> Cattin Ombretta, Vetrina Lulu
> Cattin Ombretta, Blog

> Maltoni Milena,Vetrina Lulu
> Maltoni Milena, Blog

> Marzoli Clemente Valeria, Vetrina Lulu
> Marzoli Clemente Valeria, Libreria Anobii

> Pellegrini Arianna, Vetrina Lulu
> Pellegrini Arianna, Blog

> Guglielmino Francesco, Vetrina Lulu
> Guglielmino Francesco, Blog 1
> Guglielmino Francesco, Blog 2
> Guglielmino Francesco, Vetrina (deviant ART)

> Tronci, Riccardo, Vetrina Lulu
> Tronci Riccardo, Blog

> Tribastone Salvatore, Vetrina Lulu
> Tribastone Salvatore, Sito
> Tribastone Salvatore, Sito condiviso
> Poeti e scrittori, Forum

> Trofino Andrea, Vetrina Lulu
> Trofino Andrea, Blog

> Li Volsi Aldo, Vetrina Lulu
> Li Volsi Aldo, Blog

> Bernocco Roberto, Vetrina Lulu
> Bernocco Roberto, Sito web

> Zanierato Lorenzo, Vetrina Lulu
> Zanierato Lorenzo, Sito web

> Armato Gaspare, Vetrina Lulu
> Armato Gaspare, Blog Splinder

> Di Benedetto Giovanni, Vetrina lulu
> Di Benedetto Giovanni, Blog

> D'Aquale Nunzia, Vetrina lulu
> D'Aquale Nunzia, Blog

> Bompiani Giorgio, Vetrina Lulu
> Bompiani Giorgio, Libreria Anobii

> Oleastri Luca, Vetrina Lulu
> Oleastri Luca, Sito web
> Oleastri Luca, Blog

> Gavioso Riccardo, Vetrina Lulu
> Gavioso Riccardo, Libreria Anobii
> Gavioso Riccardo, Blog

> Civolani, Stefano, Vetrina Lulu
> Civolani Stefano, Blog

> Pholo Julia, Vetrina Lulu
> Pholo Julia, Sito web

> Parrini Luca, Vetrina Lulu
> Parrini Luca, Yourbooks - Sito web

> Naima, Vetrina Lulu
> Naima, Blog

> Pagliarino Guido, Vetrina lulu
> Pagliarino Guido, Sito web

> Allo Elisa, Vetrina Lulu
> Allo Elisa, Blog Splinder
> Allo Elisa, Blog Tiscali

> Navarra Simone Maria, Vetrina Lulu
> Navarra Simone Maria, Blog

> Spezia David A. R.Vetrina lulu
> Spezia David A.R. Sito web

> Pasa Nicola, Vetrina Lulu
> Pasa Nicola, Sito web
> Pasa Nicola, Blog

> Nicosia Giuseppe, Vetrina lulu
> Nicosia Giuseppe, Sito web
> Nicosia Giuseppe, Blog

> Topa Vincenzo, Vetrina lulu
> Topa Vincenzo, Sito web

> Calicchio Stefano, Vetrina lulu
> Calicchio Stefano, Sito web
> Marketing Editoriale, Forum

> Guastella Stefano,Vetrina Lulu
> Guastella Stefano, Sito web

> Abeni Sabrina, Vetrina Lulu
> Abeni Sabrina, Sito web

> Bezzi Fabio, Vetrina lulu
> Bezzi Fabio, Sito web

> Rettaroli Manuela, Vetrina lulu
> Rettaroli Manuela, Libreria Anobii
> Parolando, Forum
> Parolando, Forum Anobii

> Beltrame Luca, Vetrina Lulu
> Beltrame Luca, Sito web
> Beltrame Luca, Blog

> Mastrovito Miriam, Vetrina Lulu
> Mastrovito Miriam, Sito web
> Mastrovito Miriam, Blog
> Mastrovito Miriam, Profilo My Space
> Autori Emergenti, Forum My Space

> Carcavallo Ferdinando, Vetrina Lulu
> Carcavallo Ferdinando, Blog
> Carcavallo Ferdinando, Sito web

> Parenti Roberto, Vetrina Lulu
> Parenti Roberto, Profilo My Space (e Blog)

> Guglielmino Michele, Vetrina Lulu
> Guglielmino Michele, Libreria Anobii
> Guglielmino Michele, Blog Blogspot
> Guglielmino Michele, Blog Lulu
> Guglielmino Michele, Blog Splinder
> Autori - Blog 1
> Autori - Blog 2
> Autori - Blog 3
> Autori - Blog 4
> Kulture, Forum
> Autori - Forum Anobii
> Autori della Rete
> LAPY

> Crestani Gianni, Vetrina Lulu
> Crestani Gianni, Libreria Anobii
> Crestani Gianni, Sito web
> Crestani Gianni, Blog
> ALBA Blog 1
> ALBA Blog 2
> ALBA Blog 3
> Buona Lettura, Forum
> Lulu Italia, Forum Anobii

In questo post tutti i candidati premier delle elezioni del 13 e 14 aprile 2008.
Qui le integrazioni (cioe' piu' sotto).
Qui le liste dei candidati al Parlamento (ma in base alla legge non si possono esprimere preferenze, ma si puo' votare solo il simbolo del partito).

Chi ci guadagna dall'ammissione della DC di Pizza e dal rinvio delle elezioni?

Una delle cartine non definitive














Cliccare sull'immagine per ingrandirla

IT: Il Mondo Futuro: 1 Mondo, 31 Stati, 45 Catepi
DE: Die Zukunftige Welt: 1 Welt, 31 Staaten, 45 Katepen
EN: The Future World: 1 World, 31 States, 45 Katepes
ES: El Mundo Futuro: 1 Mundo, 31 Estados, 45 Katepes
FR: Le Monde Futur: 1 Monde, 31 États, 45 Katepes
PT: O Mundo Futuro: 1 Mundo, 31 Estados, 45 Katepes

Catepi e Stati pluri-catepali

Gli Stati pluri-catepali sono:
1) Russia che e' penta-catepale (5 catepi)
2-6) Canada, Stati Uniti, Brasile, Cina, Australia, ognuno dei quali e' tri-catepale (3 catepi ciascuno).
Gli altri 25 Stati sono altrettanti Catepi.
Il "Catepe" e' un concetto in via di definizione: quelli che non coincidono con uno Stato Federale dovrebbero avere piu' sovranita' di uno Stato Federato, ma meno sovranita' di uno Stato Federale (per preservare l'unita' dello Stato in questione).
Per esempio, ogni Catepe infra-statale dovrebbe essere rappresentato all'ONU, ma non dovrebbe avere un esercito proprio.
Comunque ci sto pensando su.

Michele come autore e come fruitore

La mia vetrina Lulu e' a questo indirizzo:
http://www.lulu.com/spotlight/mikelo
La mia audioteca di LastFM e' a quest'indirizzo:
http://www.lastfm.it/user/MikeloGulhi

La mio biografia è a quest'indirizzo:
http://it.wikikulture.wikia.com/wiki/Michele_Guglielmino