Il Mondo Futuro Preciso a 22 Catepi e 19 Stati

Il Mondo Futuro Preciso a 22 Catepi e 19 Stati

Contro la Pena di Morte

Questo blog è a favore dell'Abolizione Internazionale della Pena di Morte
Approvata in commissione ONU la moratoria sulla Pena di Morte e ratificata dall'Assemblea Generale il 18/12/2007. E' un gran giorno per l'umanità.
La petizione contro la Pena di Morte si può firmare qui .

lunedì 28 gennaio 2008

Il postino suona sempre 2 volte: “L'altro punto”

“La penna che graffia” di rickgav parla di un tale (non so bene chi sia, come d'altronde voi, miei 15 lettori: so solo, per sentito dire, che non sia tanto alto) che offrirà a noi italiani il suo programma in punti.

Di questi punti non so dir molto perché non li conosco: volevo solo fare il punto di un'altra situazione. Si tratta di una politica diversa che con un paio d'amici stiamo cercando di far nascere dal basso. È una scelta velleitaria? Non lo so, vorrei almeno dire di averci provato: di aver tentato con molti altri a costruire “un altro mondo possibile” e a non esserci riuscito.

Mi è stato consigliato (Rossaura) di tenere un punto quotidiano, non so se la periodicità sia corretta: io propenderei per un punto “settimanale” (il lunedì) per non annoiarvi.

Qualcuno forse si starà ancora chiedendo di che cosa parlo: sto parlando del gruppo di oknotizie “sefossiparlamentare” (http://sefossiparlamentare.oknotizie.alice.it), creato grazie all'idea degli amministratori di trasformare oknotizie in un aggregatore in parte orizzontale, come preannunciato in un certo senso da goodluck in un suo post (cui ho votato ok, ma su cui ho scritto un commento critico). Ho citato goodluck non a caso pur avendo spesso idee opposte alle sue: sefossiparlamentare vuole essere un esperimento di “democrazia partecipativa” aperto a tutte le tendenze politiche: non solo nel simbolo, come diceva quandoposso , ma in ogni senso (salvo opinioni inaccettabili che comunque, molto probabilmente, non riceveranno voti a favore).

La seduta non ha orari fissi: si può commentare quando si vuole, 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Per le “proposte di legge” si stanno discutendo alcune regole di base (3-4) che poi si voteranno e quindi si passerà al concreto dei temi quotidiani. La “Costituzione” completa la faremo man mano.

Chissà... magari questo post sarà bersagliato dagli “anonimi” o “gelato” dall'indifferenza.

In quel caso vuol dire che doveva andare così: va bene lo stesso.


Per chi l'avesse perso e gli interessasse, il mio post di ieri sulla Memoria.


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

domenica 27 gennaio 2008

La Memoria in un Libro: la normalità e l'orrore

Da “La penna che graffia”: oggi, più che mai, la memoria storica dell’Olocausto sembra in pericolo: quella dei sopravvissuti attaccata dal tempo, quella storica vilipesa da ogni parte.
Certamente i libri paiono in grado di porre un argine a questo fenomeno di erosione, e senza immaginare un mondo come quello di Bradbury, dove alla mente dell’uomo è affidata la tutela di libri ormai distrutti, credo che la nostra memoria possa offrirci un prezioso aiuto e contribuire a costruire un piccolo catalogo dei migliori libri che narrano di questa incommensurabile tragedia.
Inizierò ad inserirne uno io, e a chiedere lo stesso sforzo ad alcuni amici, cui sarà demandato il compito di trasmetterlo ad altri. Da parte mia cercherò di andare a recuperare le varie segnalazioni in modo di offrire un quadro il più completo possibile.
Quindi, visto l’approssimarsi del “Giorno della Memoria”, se è possibile, chiedo agli amici nominati di ricopiare questa introduzione sul loro blog in modo che possa fungere da indice, e di aggiungere un titolo in coda agli altri titoli.
Ovviamente, il contributo di tutti è ben accetto, anche senza una segnalazione da parte di qualcuno.

L'amico blogatore Riccardo (o blogamico, come direbbe Lisa) ha fatto della lotta al Negazionismo e del rinverdimento della memoria storica dell'Olocausto uno dei tratti caratterizzanti della sua attività. In questo contesto nasce la sua proposta di indicare un libro per il giorno della Memoria. Ora che il giorno della Memoria sta quasi per finire e che i riflettori si stanno abbassando, anche il vostro blogatore Michele vuole dare il suo umile contributo, consigliando il Giardino dei Finzi-Contini. Qualcuno forse storcerà il naso: non è un libro classico della letteratura sull'Olocausto e poi i Finzi-Contini erano ricchi... ma purtroppo l'orrore non conosce classe. Il libro, poi, non parla dei campi di concentramento, ma di una storia d'amore che finisce, anzi che non “inizia” mai ufficialmente (anche se è una storia d'amore, nonostante quello che dice wikipedia: leggete il libro e ve ne farete un'impressione “di prima mano”) e che, se non fosse per i campi di concentramento, sarebbe amara (per il protagonista) ma non tragica. Se lo leggete è un libro che non dimenticherete: come dimenticare Micol (la ragazza amata dal protagonista), Alberto e tutta l'atmosfera sognante ed antieroica del Giardino dei Finzi-Contini. Quell'atmosfera sospesa nel tempo che costituiva la cifra di Bassani e di cui proprio il Giardino rappresenta, forse, l'esempio più alto.


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

sabato 26 gennaio 2008

Categorie di OKNOtizie e Commissioni Parlamentari di “Se io fossi Parlamentare”

Per il momento, posto la “tavola di corrispondenza” fra categorie e commissioni Parlamentari:

non è definitiva, ma è una base di discussione


Categorie di OKNOtizie

Commissioni Parlamentari


A) Esteri

1) Esteri

2) Difesa


B) Cronaca

3) Giustizia


C) Politica

4) Interni e Ordine Pubblico

5) Riforme “costituzionali” (cioè della Costituzione e del regolamento in questione)

6) Regioni


D) Economia

7) Economia

8) Produzione, Lavoro e Pensioni, Consumo


E) Scienze e Tecnologia

9) Istruzione, Università e Ricerca Scientifica

10) Trasporti e Lavori Pubblici

11) Innovazione Tecnologica


F) Sport

12) Sport


G) Arte e Cultura

13) Beni culturali


H) Spettacoli

14) Comunicazioni

15) Attività culturali (eccetto lo sport)


I) Salute e Alimentazione

16) Salute

17) Agricoltura

18) Ambiente


L) Altro

19) Pari opportunità, famiglia, minori e solidarietà sociale


M) Repubblica News Control

I) Aiuto – come usare “Se fossi Parlamentare”

Mastella ci ripensa sul voto immediato. Forse...

L'ex ministro della Giustizia ha dato al Capo dello Stato la sua disponibilità ad un governo per cambiare la legge elettorale. A che cosa può essere dovuto questo ripensamento di un politico di lungo corso come l'ex guardasigilli? Forse ha capito che il “combinato disposto” del suo scandalo familiare e del comportamento del suo capogruppo al senato, Barbato, avrebbe potuto avere un effetto deleterio sul risultato elettorale della sua compagine. Anche se va sottolineato, però, che anche un novizio sarebbe potuto arrivare a tale conclusione, data la vasta eco dei 2 scandali...

Qualcuno dirà che, una volta tanto, gli interessi personali dell'ex ministro e quelli generali del Paese coincidono... E, probabilmente, chi sostiene una simile tesi non ha tutti i torti...


Questo blog sostiene il gruppo di OKNOtizie “Se fossi Parlamentare” ( http://sefossiparlamentare.oknotizie.alice.it )


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

giovedì 24 gennaio 2008

Il governo è caduto. La Finocchiaro: ciò accade per motivi personali.

Per 161 a 156 il governo è caduto. La capogruppo del PD al Senato, on. Anna Finocchiaro all'inizio del suo discorso (l'ultimo prima delle votazioni), prima ancora di affermare che il PD è stato una risorsa e non un ostacolo per il Governo, ha sottolineato che l'eventuale caduta del Governo sarebbe stata da imputare non a motivi politici o ad una crisi extraparlamentare, ma a motivazioni personali, citando esplicitamente la vicenda dell'ex ministro della Giustizia e accusandolo di “mancata solidarietà verso la Nazione”. Insomma un importante tributo, seppur tardivo, alla verità e alla giustizia.




Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Qualcosa di scomodo (da scrivere e da leggere): 1° parte

1° pezzo del patchwork: ieri ho visto L'infedele e Matrix. Sul primo si parlava degli operai della Thissenkrupp e delle altri morti bianche in Italia, a cominciare da quelle edili, nell'altro delle nomine nella sanità dettati da moventi politici o, come ha detto un giornalista de “Il Manifesto”, da motivi privatistici: in ogni caso si tratta di nomine che esulano da concetti quale giustizia e merito.

2° pezzo del patchwork: a Porta a Porta si parlava della spazzatura a Napoli e della crisi di governo.

3° elemento di riflessione: nel TG3 di ieri si parlava di cattivo tempo e aumento degli eventi meteorologici estremi nonché del crollo delle borse, mentre nel successivo TGLeonardo (breve per un successivo incontro di Coppa Italia!) si accennava al piano dell'UE per le energie rinnovabili.

4° spunto: oggi ad oknotizie IlConte titolava: l'italia preferisce il cellulare alla carne! - Come siamo messi male!

Notizie eterogenee? Non credo, forse si possono trarre delle considerazioni, perché, come dice Marco Travaglio “bisogna avere un quadro d'insieme”, “senza essere qualunquisti” - come ammonisce spesso il blogatore Simone Maria Navarra.

Chi non ha voglia o tempo di leggersi il resto del discorso, lo sintetizzo subito in 3 concetti: ambiente, democrazia partecipativa, giustizia; per gli altri abbiano un po' di pazienza.

Le risorse ambientali e il lavoro umano sono il “sine qua non” di ogni merce o servizio. Se utilizziamo delle risorse e del lavoro per uno scopo, non possiamo usarle per un altro. Se vogliamo la sicurezza dei lavoratori dobbiamo stornare le risorse da altre attività. Da quali?

Ci sono 3-4 settori in economia. Quello primario è l'agricoltura, quello secondario è l'industria, quello terziario sono i servizi, quello terziario superiore o quaternario i dirigenti o “manager”, come si dice oggi.

Ora, se c'è una cosa chiara in questa vita è che abbiamo bisogno di cibo. E possibilmente di buona qualità (se no le conseguenze sono malattie e disfunzioni varie). Quindi dire che bisogna ridurre i fondi per la PAC (politica agricola comune in Europa) è una stupidaggine. L'agricoltura (e l'allevamento) è il centro di qualsiasi società sana.

Industria: bisogna distinguere. Gli occhiali o i vestiti per il cane sono una follia. I vestiti e la casa per gli uomini sono un'esigenza nello stadio attuale della nostra evoluzione. Per il telefonino: avere l'ultimo modello è una spesa inutile, ma averne uno che abbia una batteria che dura in certi casi può salvare la vita. (NDR: di solito hanno la batteria che dura di più quelli con poche funzionalità: per fare le foto, compratevi una fotocamera.) Il computer può favorire una cultura virtuale che comporta: 1) libertà d'espressione per tutti; 2) abbattimento drastico dei costi.

Il TV e il Computer dovrebbero essere un elettrodomestico unico e/o il TV dovrebbe sparire come oggetto...

(continua)


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

lunedì 21 gennaio 2008

sabato 19 gennaio 2008

"Se io fossi Parlamentare" - la politica la fai tu!









Clicca sull'immagine per conoscere quest'esperimento di democrazia partecipativa.

venerdì 18 gennaio 2008

Un sorriso lungo un anno: Che cos'è il sorriso

Con questo post aderisco all'iniziativa “Un sorriso lungo un anno”, iniziativa presa da Comicomix contro il Neuroblastoma (qui l'associazione), una forma tumorale pediarica (qui l'associazione).


Innanzitutto mi scuso perché il post non è un racconto come quello di altri amici “blogatori”, ma una “riflessione filosofica” che, spero, sia di vostro gradimento.


Il sorriso non è il riso. Il riso è di solito contro qualcosa o qualcuno; come ci insegna Pirandello il riso nasce da una prospettiva diversa rispetto alla persona derisa. Pirandello fa l'esempio di “una vecchia signora, coi capelli ritinti, tutti unti non si sa di quale orribile manteca, e poi tutta goffamente imbellettata e parata d'abiti giovanili”. La 1° reazione è il riso, denigratorio, che schernisce. Pirandello poi fa notare che dopo il “comico”, che lui definisce “l'avvertimento del contrario” può nascere la riflessione amara che questa signora lotta con l'età (e da qui nasce l' “umoristico”, “il sentimento del contrario” su cui si basa la poetica pirandelliana, ma è un discorso che ci porterebbe lontano...). L'elemento essenziale è che il riso implica una certa dose di cattiveria e/o volgarità salvo per quello che può nascere da qualche gioco linguistico del tipo “è occupato il posto a sedere?” “No, è disoccupato”.

Ciò non vale per il sorriso, che è “un riso a metà o parziale” come si desume dalla parola, formata da “so” più il raddoppio della consonante successiva, analogamente ad altri termini (soffritto, socchiuso, ecc.). Probabilmente Nietzsche direbbe che questo “riso a metà” non si confà al superuomo che si bea del riso pieno che è nobile e al di là del bene e del male... ma non è detto che Nietzsche abbia ragione, in particolare in questo caso. In realtà il sorriso è l'espressione della felicità o della serenità, le 2 condizioni a cui l'essere umano da sempre aspira. A volte un sorriso può stemperare una situazione drammatica o dare conforto ad una persona triste o ammalata.

Il mondo sarebbe migliore se facessimo qualche sorriso in più.


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

martedì 15 gennaio 2008

Sogni d'oro figlioli

Questo Papa può piacere e non piacere. Certe sue scelte passatiste non sono piaciute neanche a me che sono credente, ma spingerlo ad annullare la visita alla Sapienza di Roma (che non è l'Università più vecchia d'Italia [quella di Bologna], né la più famosa [probabilmente la Bocconi di Milano], né quella con livelli di preparazione superiore [la Normale di Pisa], ma è, semplicemente, l'Università della Città Eterna]) è stato un autogol spettacolare.
È stato, continuando la metafora calcistica, come dare la palla a Berlusconi a 10 cm dalla linea di porta e chiedergli umilmente di segnare.
Complimenti laicisti di tutta Italia, oltre ad aver attentato alla libertà d'espressione, avete consegnato il Paese a Berlusconi per i prossimi 20 anni, proprio come voleva lui.
Sogni d'oro figlioli.
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Comunicazione di servizio.

Mi scuso con i miei lettori ma, per cause di forza maggiore, il blog verrà aggiornato probabilmente domani.

sabato 12 gennaio 2008

Appunti tecnologici per l'anno... prossimo (ovvero l'importanza dell'hardware... e della pazienza)

Ci sono 3 notizie che dovrebbero spingere, secondo me, noi consumatori ad aspettare fino a Natale prossimo (2008) o direttamente fino al prossimo anno (2009) per comprare un portatile (o anche un computer “da scrivania”). Le notizie possono essere sintetizzate da 3 parole-chiave: blu-ray; $75; OLED.
Il Blu-Ray sta vincendo la sua “guerra” commerciale con l'HD-DVD; è stato annunciato che verrà fatto un computer a 75 dollari (per i Paesi e i Popoli poveri); è stato costruito il primo schermo di grandi dimensioni con tecnologia OLED, che consuma meno e alcuni dicono sia meno “pesante” per la vista. Verso Natale, quindi, potrebbe esserci: un portatile che risente dell'immissione sul mercato dei suoi “quasi omologhi” a 75 dollari, con un masterizzatore Blu-Ray a prezzi abbordabili e tecnologia più matura e con schermo OLED. Male che vada la stessa triplice occasione favorevole ci sarà all'inizio dell'anno prossimo. Previsioni troppo ottimistiche? Vedremo.
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

mercoledì 9 gennaio 2008

Spigolature dalla Futura Cina: gli sbagli della Corea (del Sud)

In Corea del Sud verranno costruiti dei robot-operai (la notizia è in questo articolo di Punto Informatico). Nello stesso articolo si decanta il fatto che tali robot saranno più efficienti degli uomini e si ridurranno i costi del lavoro e gli incidenti sul lavoro. In tale articolo non si specifica se i robot saranno umanoidi o no (in questo articolo si capisce che anche in Europa e in Italia sono stati fatti passi da gigante sugli androidi, viceversa un altro articolo pubblicato su oknotizie specificava che i migliori robot del 2007 non sono stati umanoidi e la tendenza è in tal senso), ma dal fatto che “possano avvitare bulloni” sembrerebbe che ce ne possano essere anche di umanoidi.

In quest'ultimo caso c'è da chiedersi: con la scarsità attuale di materie prime (vedi questa discussione in un articolo di PI) sono utili i robot umanoidi? E i robot simili ad animali?



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

lunedì 7 gennaio 2008

Riflessioni sulla Rete e sui Computer

Voglio occuparmi oggi di un tema ampio: dove stanno andando:

1) la Rete e i suoi servizi;

2) il software;

3) l'hardware.

Innanzitutto parto da una considerazione basilare: l'informatica è un linguaggio e, come tutti i linguaggi, ha 2 tendenze opposte, ma ugualmente utili: l'unificazione e la diversificazione. Ma a differenza degli altri linguaggi, la tendenza all'unificazione, allo standard, al valore condiviso e... al monopolio è più forte.

Per cui nell'ambito dei servizi della rete, la tendenza è duplice: da un lato c'è la spinta a formare piccoli quasi-monopoli in settori specifici o in Paesi specifici, dall'altro c'è la tendenza ad avere grandi oligopolisti: Google, Yahoo e Wikipedia nell'ambito dei servizi, Microsoft, Apple e Linux nell'ambito del software, nessuno nell'ambito hardware grazie alla scelta magnanima di IBM qualche decennio fa.

Certo paragonare 2 realtà open source come Wikipedia e Linux a delle multinazionali commerciali, può apparire fuorviante e, in generale, lo è, ma non ai fini della mia riflessione.

Va detto che si stanno affermando sempre più i contenuti degli utenti e le “persone” in quanto tali e, anche per questo acquistano sempre più forza altri attori (NewsCorp-MySpace e Facebook, Digg, Menealo e Oknotizie, Splinder, Lulu e DeviantArt, ecc.), ma non hanno la forza dei 6 di cui sopra.

È un mercato che sembra frazionato in micro-settori, ma poi capita che:

1) Google acquista Youtube;

2) Yahoo acquista delicious e mybloglog;

3) Microsoft acquista parte di Facebook;

4) Digg è messa in vendita.

Quindi questo mondo dell'informatica, apparentemente frammentato, è in realtà un mercato unico con barriere porose e pochi grandissimi monopolisti; in tale contesto, non mi è sembrata una buona notizia né il tentativo di fusione (fortunatamente sfumato) fra Yahoo e Microsoft, né il tentativo reciproco di Google e Wikipedia di “farsi fuori” a vicenda con Knol e Wikia Search. Un oligopolio a 6, per quanto spiacevole, è da preferirsi ad un monopolio assoluto. O a un duopolio.


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

sabato 5 gennaio 2008

L'incubo del blogger (o blogatore): il ritorno dell'eternamente uguale ovvero meglio il blog o Wikipedia?

Avrei voluto aggiungere al titolo “Alt: qui si parla di tutto”, ma non sarebbe stato molto originale dato che è il titolo di uno dei capitoli di “No Logo” (o meglio della sua versione italiana), libro che consiglio caldamente dato che spiega com'è oggi, prevalentemente, la globalizzazione.

Alcuni leggendo il titolo del post potrebbero pensare che sto per parlare di qualche opera di Nietzsche: no, non è così, anche se sto leggendo Nietzsche e magari fra qualche post vi parlerò del libro che ho letto...

Comunque non voglio cincischiare ulteriormente: arrivo al “cuore” del post. Il cuore è la Ripetitività dell'Informazione (qualcuno potrebbe dire che rientra nella Ripetitività del Tutto, ma questo meriterebbe un post a parte). Mi spiego meglio: ci sono sì fatti nuovi, ma li analizziamo (li analizzo) sempre allo stesso modo, seguendo l'insieme delle nostre (e mie) conoscenze, ovvero dei nostri pre-giudizi. Sono d'accordo con Gadamer quando afferma che bisogna combattere il pregiudizio contro il pregiudizio: se non avessimo dei pre-giudizi saremmo stupidi, mentre se li cambiassimo in continuazione saremmo delle banderuole.

Insomma se siamo coerenti e scriviamo troppo spesso rischiamo di essere noiosi, se viceversa siamo “brillanti” e innoviamo in continuazione le nostre idee o siamo stupidi o siamo falsi = ci interessa il successo, ma non la verità.

Insomma non è un caso se anche i grandi scrittori hanno scritto solo 1 o 2 grandissimi romanzi (eccetto, forse, Tolstoj e Dostoevskij, ma questa è un'altra storia) o se la televisione con la sua quotidianità è diventata ripetitiva. Diversamente accade per un'enciclopedia come Wikipedia, dove il sapere è disposto per argomenti e la possibilità di ripetersi è nulla.

Cosa voglio dirvi?

Non che chiudo il blog, ma che tornerò ad un solo appuntamento settimanale (preferibilmente il lunedì), con una eventuale “incursione infrasettimanale” per motivi importanti. Non è detto che io mantenga l'Osservatorio Permanente sui 15 Stati, né che l'Osservatorio sia sempre uguale (3 post, 1 post lungo, 1 post breve, ecc.).

Vorrei precisare che alcuni blogatori riescono a mantenere il loro blog interessante pur restando coerenti, ma non so cosa potrebbe succedere nel lungo periodo. In ogni caso buon blog a tutti.


A lunedì.


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

venerdì 4 gennaio 2008

Presentazione del sondaggio e del libro su un "Mondo Futuro"

Il Mondo Futuro è – come recita il sottotitolo – “Un progetto per la pace perpetua”. Tale sottotitolo, come si saranno accorti i lettori più attenti e/o gli appassionati di filosofia, deriva da quello del saggio kantiano “Per una pace perpetua”, con cui condivide l'ideale pacifista. “Progetto per la pace perpetua” è, inoltre, il nome che una parte della storiografia, giuridica e non, ha dato a una serie di progetti - opere diseguali di filosofi, diplomatici, politici e uomini comuni – il cui trait d'union è cercare di dare alla Terra un assetto più razionale al fine di favorire la stabilità e/o una pace duratura.

Che cosa differisce questo mio progetto da molti altri?

Come si suol dire, ogni oste dice che il proprio vino è il migliore, ma mi sembra che qualcosa di nuovo ci sia. Innanzitutto non è un'opera solo filosofica, come quella kantiana o di altri; a differenza poi dei primi progetti filosofici europei in epoca pre-contemporanea, esce da un'ottica (quasi) completamente eurocentrica e da una visione non compiutamente pacifista (pregio che invece l'opera kantiana aveva, seppur con qualche eccesso1). Poi il mio progetto si fonda su una sorta di “confederalismo scientifico”, vale a dire gli Stati Federali, confederati nell'ONU, derivano da un'opera di aggregazione che segue precisi standard geografici e statistici, grazie ai quali i 15 Stati non hanno exclavi (a parte l'Alaska per gli Stati Uniti) e misurano attorno ai 10 milioni di kmq (eccetto il Messico). Completano questa prima parte, che è la più innovativa e caratterizzante, le istituzioni giuridico-politiche dell'ONU e il ruolo delle Organizzazioni Religiose, di quelle Non Governative e di quelle Internazionali in questo Nuovo Mondo.

La seconda parte riguarda i valori sottesi a questo nuovo mondo. Essa è un complemento della prima parte, volto ad evitare che la prima parte, da sola, possa apparire come un'esercitazione giuridico-politica senz'anima. Tanti sono i punti “toccati” dalla 2° parte: dall'economia alla politica, dalla filosofia alla religione, per finire con l'informatica. Altrettanti sono i valori propugnati: dal federalismo al pacifismo, dall'ambientalismo alla giustizia, dal socialismo alla partecipazione democratica all'importanza dell'open source e del web 2.0 per una cultura “costruita dal basso”.

La terza ed ultima parte che, per me, non ha la stessa “sacralità” delle altre, pone invece le basi, dopo un'attenta analisi linguistica, ad un esperantido che sto sviluppando a poco a poco.

L'opera è poi corredata da: 1) citazioni; 2) note sul diritto d'autore (l'opera è sotto licenza “Creative Commons”, in linea con la filosofia “copyleft” propugnata nel libro); 3) Indice Sintetico; 4) Premessa; 5) Appendice; 6) Bibliografia, Emerografia, Tvgrafia, Retegrafia; 7) Indice Analitico; 8) un ampio apparato di note a pie' di pagina; 9) 2 cartine liberamente scaricabili.

Questo è, in sintesi, “Il Mondo Futuro”, un'opera per un mondo migliore.

1Leggasi l'abolizione degli eserciti permanenti. Io punto, più modestamente alla loro inattività, salvo calamità naturali, come forza di “mantenimento della pace”.

mercoledì 2 gennaio 2008

Il Segretario Generale ONU e i Capi di Stato e di Governo dei 15 Stati


Note:
Ho scelto il Premier o il Presidente in base a chi è il titolare del potere esecutivo. Per le organizzazione regionali ho scelto la figura più importante fra quelle rappresentanti il momento unitario e quindi non i Capi di Stato o di Governo degli Stati parti dell'organizzazione, ma il Presidente della Commissione (in Europa) o il Segretario Esecutivo. In mancanza di 1 organizzazione regionale territorialmente coerente col mio progetto o di 1 Stato ricomprendente almeno metà del territorio, ho scelto il Premier/Presidente dello Stato più vasto come superficie. Alcuni dei personaggi in foto mi suscitano sentimenti molto diversi dall'ammirazione.

Fonte delle foto: Wikipedia (www.wikipedia.org).

Agenda del 2008 e qualche riflessione

Questi sono, secondo me, gli eventi programmati più significativi del 2008:

marzo:

1) Europa: 9 dei 10 Stati entrati nell'UE nel 2004 (ovvero tutti ad eccezione di Cipro) completeranno la loro entrata nell'area Schengen per quel che concerne gli aeroporti. Per l'esattezza gli Stati sono: Cechia, Estonia, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Slovacchia, Slovenia, Ungheria

2) Russia: elezioni presidenziali, il favorito è il delfino di Putin, Medvev

agosto: 3) Cina – si tengono le olimpiadi di Pechino dall'8 al 24 agosto, più esattamente iniziano alle 8 e 8 minuti, questa singolare collocazione temporale è stata fortemente voluta dallo Stato del Dragone, perché nell'ex Celeste Impero l'8 è ritenuto un numero fortunato

novembre: 4) Stati Uniti – viene eletto il Presidente (o la Presidentessa) del più famoso (o famigerato secondo alcuni) Stato del Mondo. Ciò accade il martedì dopo il 1° lunedì di novembre come vuole la legge statunitense: in questo caso si tratta del 4 novembre 2008.

dicembre: 5) Italia/ONU – scade il mandato biennale dell'Italia all'ONU (ovvero il suo seggio non permanente – o provvisorio –) fra i 15 del Consiglio di Sicurezza.


La 1° riflessione è che Malta e la Slovenia sono state più lungimiranti della vecchia Gran Bretagna e da marzo faranno parte del ristretto club dei 13 Stati dell'UE che partecipano a tutte e 2 le cooperazioni rafforzate più importanti (Euro e Schengen).

La 2° considerazione/dubbio è, date le previsioni per cui questa campagna per le Presidenziali USA sarà da “1 miliardo di dollari”, se non possa esistere altra alternativa nel Mondo Moderno fra elezioni “pilotate” come quelle in Russia ed elezioni costosissime.

Il 3° punto è che forse le moderne democrazie rappresentative sono logorate dai “gruppi di pressione” e abbisognano di forti iniezioni di democrazia diretta o partecipativa.

La 4° e ultima riflessione è un dubbio che mi pongo e vi pongo: che cosa si sarebbe potuto fare con una parte dei soldi che sono stati spesi e/o verranno spesi nelle elezioni USA e nelle Olimpiadi? Non sarebbe più “morale” (ed ecologico) mettere un “tetto” alle risorse per i grandi “eventi”?


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

La traducción en español del sondeo

¿Cómo sería un Mundo con 15 Estados Federales, confederados en la ONU?

1 - Sería mejor, más ordenado y pacífico, sería un mundo donde se poderían tomar más facilmente decisiones fundamentales por el futuro de la humanidad como aquéllas ambientales o la lucha contra las enfermedades y la pobreza.

2 - Sería peor, demasiado ordenado, por lo tanto potencialmente represivo.

3 - No sería diverso: haber sólo 15 Estados, antes que casi 200, no ser un cambio relevante.


The translation in English of the poll

How would a World be with 15 Federal States, confederated in the UN?

1 – It would be better, more orderly and pacific, it would be a world where people can take more easily decisions that are fundamental for the future of the mankind, like the ambiental ones or the struggle against the illnesses and the poverty.

2 – It would be worst, too orderly, so potentially repressive.

3 – It would not be different: if there were only 15 States, instead of about 200, it would not be an important change.

I miei blog personali

Blog tematici (attivi):
A) Blog umanitari:
1) Il Mondo Futuro
2) Il blog del womese in italiano
3) Storia delle Lingue
4) Stabecone

B) Blog culturali:
1) Mikipedie
2) La Baya
3) Sport con la Palla

C) Blog Cristiani:
1) Cristianesimo

Blog generalisti (inattivi):
Il 3° blog di Mikelo Gulhi:
il blog con i post non presenti nel mio blog principale
Notes de Mikelo, volume 4eze: la versione womese di questo blog.
(con gli aggiornamenti dei miei vari blog)

Premi




Il Mondo Futuro Classico con 15 Stati

Il Mondo Futuro Classico con 15 Stati

Il Mondo Futuro (carta politica)

Il Mondo Futuro (carta politica)
IT: Il Mondo Futuro: 1 Mondo, 15 Stati, più di 300 Catepi
DE: Die Zukunftige Welt: 1 Welt, 15 Staaten, mehr als 300 Katepen

EN: The Future World: 1 World, 15 States, more than 300 Katepes
ES: El Mundo Futuro: 1 Mundo, 15 Estados, más de 300 Katepes
FR: Le Monde Futur: 1 Monde, 15 États, plus de 300 Katepes
PT: O Mundo Futuro: 1 Mundo, 15 Estados, mais de 300 Katepes

RU: Будущий Мир: 1 Мир, 15 государствa, больше чем 300 Kaтeпя

WE: Le Monde Futureze: 1 Monde, 15 SHtates, pli ol 300 Katepes

Il sito-blog de "Il Mondo Futuro": http://ilmondofuturo.blogspot.com

I Monumenti di 14 dei 15 Stati

Fonte delle foto: Wikipedia (www.wikipedia.org).

Le bandiere di 13 dei 15 Stati e dell'ONU

Crea le tue foto ed immagini come Slideshow per eBay, Netlog, MySpace, Facebook o la tua Homepage!Mostrare tutte le immagini di questo Slideshow
Il Segretario Generale ONU e i 15 Capi di Stato e/o di Governo sono qui.
Il 1° capitolo de "Il Mondo Futuro" è qui.
La presentazione estesa de "Il Mondo Futuro" è qui.
La presentazione breve de "Il Mondo Futuro" è qui.
IL PASSATO DEL BLOG

I visitatori del mio blog

A volte ritornano - Bloggiamo la legge Levi-Prodi contro il Web

Come sarebbe un Mondo con 15 Stati Federali a loro volta confederati nell'ONU?

DE:
EN: The translation in English is here
ES: La traducción en Español es aquí
FR:
PT:

Se fossi Parlamentare





Qui sotto il codice da copiare:







"Se fossi Parlamentare" è nato come gruppo di oknotizie. Lo trovi a questo indirizzo: http://sefossiparlamentare.oknotizie.alice.it

È presente anche come blog su blogspot, a questo indirizzo: http://sefossiparlamentare.blogspot.com

Appunti di Michele è con il popolo birmano e con tutti i popoli perseguitati della Terra. Contro ogni forma di violenza e per una pace federale, sussidiaria e partecipativa.

Contro gli EPA




Questo blog è contro gli EPA

Appello per il Nord Uganda

Contro gli abusi sui bambini


La galassia Lulu

> Grazia, Vetrina Lulu
> Grazia, Sito

> Micolucci Giovanni, Vetrina Lulu

> Modena Elisabetta, Vetrina Lulu
> Modena Elisabetta, Blog

> Kaptchevskaia Tatiana, Vetrina Lulu
> Kaptchevskaia Tatiana, Blog

> Alfani Andrea, Vetrina Lulu
> Alfani Andrea, Blog

> Cattin Ombretta, Vetrina Lulu
> Cattin Ombretta, Blog

> Maltoni Milena,Vetrina Lulu
> Maltoni Milena, Blog

> Marzoli Clemente Valeria, Vetrina Lulu
> Marzoli Clemente Valeria, Libreria Anobii

> Pellegrini Arianna, Vetrina Lulu
> Pellegrini Arianna, Blog

> Guglielmino Francesco, Vetrina Lulu
> Guglielmino Francesco, Blog 1
> Guglielmino Francesco, Blog 2
> Guglielmino Francesco, Vetrina (deviant ART)

> Tronci, Riccardo, Vetrina Lulu
> Tronci Riccardo, Blog

> Tribastone Salvatore, Vetrina Lulu
> Tribastone Salvatore, Sito
> Tribastone Salvatore, Sito condiviso
> Poeti e scrittori, Forum

> Trofino Andrea, Vetrina Lulu
> Trofino Andrea, Blog

> Li Volsi Aldo, Vetrina Lulu
> Li Volsi Aldo, Blog

> Bernocco Roberto, Vetrina Lulu
> Bernocco Roberto, Sito web

> Zanierato Lorenzo, Vetrina Lulu
> Zanierato Lorenzo, Sito web

> Armato Gaspare, Vetrina Lulu
> Armato Gaspare, Blog Splinder

> Di Benedetto Giovanni, Vetrina lulu
> Di Benedetto Giovanni, Blog

> D'Aquale Nunzia, Vetrina lulu
> D'Aquale Nunzia, Blog

> Bompiani Giorgio, Vetrina Lulu
> Bompiani Giorgio, Libreria Anobii

> Oleastri Luca, Vetrina Lulu
> Oleastri Luca, Sito web
> Oleastri Luca, Blog

> Gavioso Riccardo, Vetrina Lulu
> Gavioso Riccardo, Libreria Anobii
> Gavioso Riccardo, Blog

> Civolani, Stefano, Vetrina Lulu
> Civolani Stefano, Blog

> Pholo Julia, Vetrina Lulu
> Pholo Julia, Sito web

> Parrini Luca, Vetrina Lulu
> Parrini Luca, Yourbooks - Sito web

> Naima, Vetrina Lulu
> Naima, Blog

> Pagliarino Guido, Vetrina lulu
> Pagliarino Guido, Sito web

> Allo Elisa, Vetrina Lulu
> Allo Elisa, Blog Splinder
> Allo Elisa, Blog Tiscali

> Navarra Simone Maria, Vetrina Lulu
> Navarra Simone Maria, Blog

> Spezia David A. R.Vetrina lulu
> Spezia David A.R. Sito web

> Pasa Nicola, Vetrina Lulu
> Pasa Nicola, Sito web
> Pasa Nicola, Blog

> Nicosia Giuseppe, Vetrina lulu
> Nicosia Giuseppe, Sito web
> Nicosia Giuseppe, Blog

> Topa Vincenzo, Vetrina lulu
> Topa Vincenzo, Sito web

> Calicchio Stefano, Vetrina lulu
> Calicchio Stefano, Sito web
> Marketing Editoriale, Forum

> Guastella Stefano,Vetrina Lulu
> Guastella Stefano, Sito web

> Abeni Sabrina, Vetrina Lulu
> Abeni Sabrina, Sito web

> Bezzi Fabio, Vetrina lulu
> Bezzi Fabio, Sito web

> Rettaroli Manuela, Vetrina lulu
> Rettaroli Manuela, Libreria Anobii
> Parolando, Forum
> Parolando, Forum Anobii

> Beltrame Luca, Vetrina Lulu
> Beltrame Luca, Sito web
> Beltrame Luca, Blog

> Mastrovito Miriam, Vetrina Lulu
> Mastrovito Miriam, Sito web
> Mastrovito Miriam, Blog
> Mastrovito Miriam, Profilo My Space
> Autori Emergenti, Forum My Space

> Carcavallo Ferdinando, Vetrina Lulu
> Carcavallo Ferdinando, Blog
> Carcavallo Ferdinando, Sito web

> Parenti Roberto, Vetrina Lulu
> Parenti Roberto, Profilo My Space (e Blog)

> Guglielmino Michele, Vetrina Lulu
> Guglielmino Michele, Libreria Anobii
> Guglielmino Michele, Blog Blogspot
> Guglielmino Michele, Blog Lulu
> Guglielmino Michele, Blog Splinder
> Autori - Blog 1
> Autori - Blog 2
> Autori - Blog 3
> Autori - Blog 4
> Kulture, Forum
> Autori - Forum Anobii
> Autori della Rete
> LAPY

> Crestani Gianni, Vetrina Lulu
> Crestani Gianni, Libreria Anobii
> Crestani Gianni, Sito web
> Crestani Gianni, Blog
> ALBA Blog 1
> ALBA Blog 2
> ALBA Blog 3
> Buona Lettura, Forum
> Lulu Italia, Forum Anobii

In questo post tutti i candidati premier delle elezioni del 13 e 14 aprile 2008.
Qui le integrazioni (cioe' piu' sotto).
Qui le liste dei candidati al Parlamento (ma in base alla legge non si possono esprimere preferenze, ma si puo' votare solo il simbolo del partito).

Chi ci guadagna dall'ammissione della DC di Pizza e dal rinvio delle elezioni?

Una delle cartine non definitive














Cliccare sull'immagine per ingrandirla

IT: Il Mondo Futuro: 1 Mondo, 31 Stati, 45 Catepi
DE: Die Zukunftige Welt: 1 Welt, 31 Staaten, 45 Katepen
EN: The Future World: 1 World, 31 States, 45 Katepes
ES: El Mundo Futuro: 1 Mundo, 31 Estados, 45 Katepes
FR: Le Monde Futur: 1 Monde, 31 États, 45 Katepes
PT: O Mundo Futuro: 1 Mundo, 31 Estados, 45 Katepes

Catepi e Stati pluri-catepali

Gli Stati pluri-catepali sono:
1) Russia che e' penta-catepale (5 catepi)
2-6) Canada, Stati Uniti, Brasile, Cina, Australia, ognuno dei quali e' tri-catepale (3 catepi ciascuno).
Gli altri 25 Stati sono altrettanti Catepi.
Il "Catepe" e' un concetto in via di definizione: quelli che non coincidono con uno Stato Federale dovrebbero avere piu' sovranita' di uno Stato Federato, ma meno sovranita' di uno Stato Federale (per preservare l'unita' dello Stato in questione).
Per esempio, ogni Catepe infra-statale dovrebbe essere rappresentato all'ONU, ma non dovrebbe avere un esercito proprio.
Comunque ci sto pensando su.

Michele come autore e come fruitore

La mia vetrina Lulu e' a questo indirizzo:
http://www.lulu.com/spotlight/mikelo
La mia audioteca di LastFM e' a quest'indirizzo:
http://www.lastfm.it/user/MikeloGulhi

La mio biografia è a quest'indirizzo:
http://it.wikikulture.wikia.com/wiki/Michele_Guglielmino