Il Mondo Futuro Preciso a 22 Catepi e 19 Stati

Il Mondo Futuro Preciso a 22 Catepi e 19 Stati

Contro la Pena di Morte

Questo blog è a favore dell'Abolizione Internazionale della Pena di Morte
Approvata in commissione ONU la moratoria sulla Pena di Morte e ratificata dall'Assemblea Generale il 18/12/2007. E' un gran giorno per l'umanità.
La petizione contro la Pena di Morte si può firmare qui .

lunedì 26 novembre 2007

Stati Uniti e Messicani; Europa (Italia) e gli immigrati

Riporto da “La stampa” (www.lastampa.it):

Si chiama Jesus Manuel Cordova, è un giovane messicano e sarebbe stato solo uno dei tanti immigrati che cercano di attraversare clandestinamente il confine con gli Stati Uniti, se non avesse incontrato il piccolo Christopher, rimasto solo e perso nel sud del deserto dell’Arizona dopo la morte della madre in un incidente d’auto, e non avesse deciso di prendersi cura di lui in attesa dei soccorsi: si è trasformato così nel suo “angelo custode”, anche se il suo gesto generoso gli è costato l’arresto da parte degli agenti di frontiera.


Questa notizia, unita agli ultimi delitti in cui sono coinvolti italiani (si pensi a Raffaele Sollecito implicato nel caso “Meredith”, al poliziotto coinvolto nell'omicidio del tifoso Gabriele Sandri, al cacciatore suicida (Giordano Trenti) e probabile assassino di un suo amico, Maurizio Cioni, della cui moglie si era innamorato) ci fa capire che non sempre gli stranieri sono “il male” mentre noi indigeni siamo il “bene”. Queste notizie, insomma, ci fanno capire che la vecchia e religiosa distinzione “buoni” vs “cattivi”, al di là di estremizzazioni manichee, è più importante di qualsiasi distinzione etnica. E che, come ricordava in un'intervista televisiva un ex deportato nei campi di sterminio, non ci sono popoli cattivi ma “solo” individui cattivi.


Altre considerazioni che sorgono dalla notizia specifica sul tifoso ucciso è che bisogna considerare colpe e attenuanti in un processo e che il ritorno ad uno sport non professionistico non è solo un'utopia possibile, ma anche un'utopia necessaria.


A chi interessa sapere, come è finita la vicenda messicano-statunitense, ecco la conclusione (sempre da www.lastampa.it):

Ora Christopher, che aveva già perso il padre pochi mesi fa, sarà preso in custodia dallo zio, il suo salvatore invece è stato immediatamente rimpatriato.

Canada e Stati Uniti: la giustizia e il taser

Riprendo dal sito della Rai (www.rai.it) :

Robert Knipstrom, 36 anni, è la terza vittima in un mese delle controverse armi in dotazione delle Giubbe Rosse canadesi, della polizia americana e in molti stati d'Europa: la seconda a Vancouver da ottobre, quando l'immigrato polacco Robert Dziekanski è rimasto ucciso dopo una doppia scarica letale di Taser all'aeroporto internazionale


Sembrerebbe che il taser non sia una pistola innocua come ci veniva presentata.


Più sotto nello stesso articolo:

Un'altra inchiesta è stata aperta, sempre in Canada, sulla morte di un uomo di 45 anni venerdi' scorso in Nova Scotia, 30 ore dopo essere stato colpito dal manganello elettrico della polizia.


E ancora (sempre da www.rai.it) :

La scorsa settimana negli Stati Uniti un ragazzo di 20 anni, Jarrell Grey, è morto sul colpo dopo esser stato colpito da una scarica di Taser a Frederick, nel Maryland, non lontano da Washington. Altri due uomini negli stessi giorni sono rimasti uccisi a Jacksonville in Florida. Domenica scorsa un'altra vittima in New Mexico: un ragazzo di 20 anni è stato colpito dal Taser ed è morto mentre cercava di sfuggire all'arresto.


Insomma non è un caso se le pistole elettriche o taser sono state

definite da una commissione delle Nazioni Unite una ''potenziale forma di tortura” che in certi casi ''può provocare la morte”. (fonte www.instablog.it)

lunedì 19 novembre 2007

Sud-Est Asia

Il recente ciclone nel Bangladesh è stato definito da “Il Giornale” (sicuramente non comunista né ambientalista) uno dei più disastrosi nella storia del Bangladesh. Al di là del fatto che lo stesso articolo e quelli corrispondenti degli altri quotidiani, precisavano che c'erano stati eventi disastrosi simili nel 1970 e nel 1997, voglio rilevare come la distanza fra tali eventi (basandomi già sugli ultimi 3) si stia accorciando. Forse più che il pur lodevole aiuto delle ONG e i 2 milioni di euro della Chiesa Cattolica, è necessario un ripensamento del nostro modello economico e del nostro stile di vita.


Un buon passo in tal senso, forse, è l'edificio ad emissioni zero che Bayer costruirà in India nei prossimi 3 anni. Vedi: http://www.vita.it/articolo/index.php3?NEWSID=86739

Cina

Mentre fervono i preparativi per le Olimpiadi (estive) del prossimo anno, una delegazione cinese è in visita in Toscana per apprendere il nuovo modello partecipativo proposto dalla giunta e che il Consiglio Regionale dovrebbe votare a Dicembre. Insomma la vecchia Europa (ed Italia) ha ancora qualcosa da insegnare.


Venerdì è stato fatto (si spera) il primo passo verso la riunificazione delle 2 Coree. L'accordo commerciale, reso noto alla stampa internazionale il 16 di questo mese, sembra, secondo il giudizio di molti osservatori, un passo in questa direzione. Certo, non mancano le voci critiche che insistono sul fatto che il treno che attraverserà le 2 Coree non ridarà per incanto la libertà di movimento ai nordcoreani fortemente limitata dal regime dittatoriale di Kim Jong Il. Inoltre viene sottolineato che l' “apertura” potrebbe rallentare la democrazia e l'effettiva democratizzazione. Si parla addirittura di “opportunismo” della Corea del Sud, dato il notevole apparato militare e le bombe nucleari del Nord. Si parla anche di “calcoli elettoralistici” del primo ministro sudcoreano Han Duck Soo.

Tali critiche (e altre simili presenti, per esempio su http://tinyurl.com/2xkpac ) non diminuiscono, a mio modo di vedere, la grandezza dell'evento.

Una data da ricordare sarà anche l'11 dicembre, quando il confine fra Corea del Nord e del Sud sarà attraversato da un treno (ma un treno merci e di tal tipo saranno per un certo periodo i treni transfrontalieri.

Un'ultima annotazione: per caso ho letto un vecchio articolo (un Selezione del Reader's Digest dell' '87) sulla Corea del Sud, potenza industriale emergente che puntava su marche automobilistiche sconosciute come Daewoo (!!!), per far lievitare l'intera economia. Al di là del fatto che non sono un appassionato dei mezzi di trasporto privati, va rilevato che la Corea del Sud e le sue industrie ne hanno fatto di strada da allora! La storia va costruita passo dopo passo e i coreani e i loro vicini notoriamente (non penso sia solo uno stereotipo) non difettano di tenacia.


Che il Giappone abbia ripreso la caccia alle balene non è, invece, molto confortante.

Mentre il calo dei consumi giapponesi, al contrario, non mi sembra una tragedia, anzi.

Medio Oriente

I diplomatici israeliani e palestinesi cercano, in questi giorni, un accordo di pace (e di spartizione del martoriato territorio della “Terra Santa”) soddisfacente per entrambe le parti. Quest'accordo verrà poi ufficializzato alla conferenza di Annapolis (Stati Uniti) il 27 novembre 2007. Tra i punti salienti dell'accordo, sono per me degni di particolare attenzione 2 punti:

il 1° è che Olmert vuole definire lo Stato di Israele “Stato ebraico” e tale riferimento etnico potrebbe avere rilevanti conseguenze giuridiche e non sugli arabi israeliani;

il 2° è che tale accordo è solo il punto di inizio di una fase negoziale che verrà svolta secondo un ordine “contemporaneo” anziché “sequenziale” cioè la creazione dello Stato Palestinese avverrà contemporaneamente al processo negoziale, piuttosto che alla fine di tale processo.

Il tutto, con la mediazione del “Quartetto” (ONU, Stati Uniti, Europa, Russia), per scongiurare la nascita dello Stato di Hamas a Gaza, la “balcanizzazione” della regione e mettere una pezza a quello che alcuni intellettuali e studiosi, già negli anni '90 dello scorso secolo chiamavano il “nuovo disordine mondiale”.


Frattanto Chavez, oggi, è stato da Ahmadinejad per rinsaldare la loro “amicizia” in chiave antistatunitense. Il presidente venezuelano vorrebbe un ruolo più marcatamente politico dell'OPEC e si è dichiarato disposto a far salire il prezzo del petrolio a 200 dollari in caso di attacco USA all'Iran. Ahmadinejad, invece, non ritiene che si debba usare il prezzo del petrolio come arma, ma ritiene il prezzo attuale del greggio inferiore a quello reale e vorrebbe un'altra valuta petrolifera al posto del dollaro che – dice il leader iraniano – danneggia i paesi produttori.

Quest'ultima affermazione di Ahmadinejad mi sembra interessante e degna di maggiore riflessione.


Il Kazakistan spera di raggiungere un accordo con la Federazione russa sui prezzi per il transito del gas, ma solo se si troveranno le giuste condizioni economiche.

(fonte: la Repubblica: www.larepubblica.it )

venerdì 16 novembre 2007

lunedì 12 novembre 2007

L'UE forza l'Africa a concludere le liberalizzazioni (non solo l'Africa Ovest)


http://www.ipsnotizie.it/nota.php?idnews=1031

Sud Africa

Allarme colera (oltre alla guerra) nell'ex Zaire, più esattamente nel Nord Kivu:

http://www.ong.agimondo.it/dall-europa-e-dal-mondo/notizie/200711091720-cro-rt11144-art.html


Misteriosa malattia in Angola:

http://ilprofessorechos.blogosfere.it/2007/11/misteriosa-malattia-in-angola.html


Rispetto a queste notizie, la sconfitta della Repubblica Sudafricana (0-8) nel baseball contro la nazionale italiana è rasserenante normalità.


Est Africa

La notizia sull' Est Africa che ci riguarda più da vicino è che l'Italia sembra si appresti a costruire una grande autostrada Est-Ovest in Libia che congiungerebbe il confine libico con la Tunisia con quello con l'Egitto. Il ciò avverrebbe – secondo l'agenzia di stampa libica Jana – nel quadro di un accordo di compensazione per il passato coloniale. Ma la Farnesina precisa che si tratta di un accordo con vantaggi per entrambe le parti.


Altra notizia positiva è che in Etiopia il progetto internazionale contro la Malaria sembra dare risultati positivi: si è registrato, infatti, un -60% di morti nel Tigray nel nord del Paese.

Lanciato nel 2005, il progetto è stato promosso dal ministero della Salute e Novartis Italia in collaborazione con il ministero della salute del Tigray, l'Oms, l'Ospedale dermatologico italiano di Makale in Etiopia e l'Istituto dermatologico San Gallicano Irccs di Roma (fonte: http://www.ilsecoloxix.it)


Se il negoziato nel Sudan sembra arrivato ad un punto morto (il comitato di pace composto dal governo e dai ribelli si è addirittura sciolto) e già si vocifera del riarmo sia del Governo che dei ribelli, a Mogadiscio il negoziato non è mai iniziato e si continua a uccidere e a morire. Ad attizzare la rabbia dei soldati etiopi sarebbe stato questa volta un video su Al Jazeera che mostra i cadaveri dei loro commilitoni trascinati nella polvere lungo la capitale somala.


Rispetto a queste notizie la limitazione negli accessi (massimo 400 persone per volta) per la tomba di Tutankhamon e la preventivata chiusura per restauro (prevista per maggio 2008) sono i segni di una splendida normalità. Una normalità che la martoriata Est Africa fatica a trovare.

Ovest Africa

Mentre Alghero si prepara al vertice bilaterale Italia-Algeria che si terrà il prossimo 14 novembre, l'ex colonia francese è stata scossa ultimamente da 2 attentati: un'autobomba esplosa ieri sera vicino ad una residenza della polizia a Maatkas, vicino a Tizi Ouzo, capoluogo della Cabilia e un attacco compiuto venerdì contro un aereo fermo all'aeroporto di Djanet, nel Sahara algerino (fonte ANSA: www.ansa.it).


A Nimba, nel Nord della Liberia, lo scorso 6 novembre è precipitato un elicottero della missione delle Nazioni Unite in Liberia (Minul). Ieri l'AGI (http://cooperazione.agi.it/), citando l'agenzia di stampa Ria Novosti, che, a sua volta, cita come fonte un dirigente della Ut Air di Mosca, ha rivelato che potrebbe essere stato abbattuto.


Il tutto mentre l'Interpol, nell'Assemblea Generale a Marrakech, ha definito l'Africa Ovest la principale rotta, assieme ai Caraibi, della cocaina sudamericana verso l'Europa.


C'è comunque la buona notizia che il prossimo dicembre la Conferenza episcopale regionale dell'Africa Occidentale francofona (CERAO) e l’Associazione delle Conferenze Episcopali dell’Africa occidentale anglofona (AECAWA), si fonderanno in un’unica Conferenza episcopale dell’Africa Occidentale (fonte: www.oecumene.radiovaticana.org).


Forse proprio dall'unità non solo episcopale, ma politica dell' Ovest Africa si può costituire uno sviluppo equilibrato che porti pace e benessere nella macroregione.

martedì 6 novembre 2007

È morto Biagi

Dopo don Oreste Benzi, Roberto Bortoluzzi e Nils Liedholm, è morto anche il grande Enzo Biagi.

La morte di quest'ultimo sommata a quella, avvenuta nel 2001, dell'altro grande del giornalismo, Indro Montanelli, sembra voler indicare che è finita una generazione di giornalisti.

Spero che anche “le nuove leve” e noi “blogisti”, loro fratelli minori, mostriamo la dirittura morale e l'indipendenza dal Potere dello scorbutico ma giusto Montanelli e del mite ed ironico Biagi.

lunedì 5 novembre 2007

Siberia e settimana ecologica

Da Agi ( http://cooperazione.agi.it ):


Le foreste dell'emisfero settentrionale, che si estendono dalla Cina alla Siberia, fino al Canada e all'Alaska, rischiano di divenire una gigantesca fonte di biossido di carbonio, perdendo la capacita' di assorbire le emissioni di gas serra prodotte dall'uomo. E' quanto spiega The Independent...


Riporto da “La Gazzetta del Mezzogiorno”

( http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it ):


Sette giorni all’insegna dello slogan «Alt ai cambiamenti climatici. Riduciamo la Co2» per informare i cittadini sugli effetti previsti e quelli già in atto, «allo scopo di far comprendere loro», ha spiegato Puglisi, «che per ridare ossigeno al pianeta e scongiurare la catastrofe annunciata, occorre un immediato e concreto cambiamento degli stili di vita e dei sistemi produttivi».


La settimana di educazione allo sviluppo sostenibile si inserisce nel quadro della campagna per il «decennio Onu dell’educazione allo sviluppo sostenibile 2005-2014».

Russia

Putin ha fatto la voce grossa con Lufthansa, nell'ambito di una strategia di pressione volta a far spostare il centro rifornimenti da Astana (Kazakistan) a Krasnoyarsk o a Novosibirsk.

Certo è vero come è stato scritto in questo articolo ( http://tinyurl.com/2gu49c ) di Equilibri.net

( http://it.equilibri.net ) che Putin ha evitato l'anarchia liberista e la distruzione/balcanizzazione della Russia e, forse, un giorno gli storici gli riconosceranno questo (grande) merito, ma quando la minaccia e la violenza (vedi la Cecenia) diventano cifra politica è legittimo chiedersi se gli stessi risultati non andavano raggiunti con mezzi più democratici.


Sono arrivate a 30 le vittime del rogo che ha coinvolto un ospizio nella provincia russa di Tula. Si tratta del 3° incendio in una casa di riposo in questo 2007 russo. La grandezza di un governo (quella del popolo russo è fuori discussione) si vede soprattutto dalla sua attenzione verso gli ultimi.

Europa

La recente querelle italo-rumena, nata dalla tragedia di una 47enne donna italiana, Giovanna Reggiani, pone importanti questioni di ordine politico e giuridico e ciò non solo per la reazione rumena al decreto italiano e l'allarme preventivo della Commissione Europea circa la liceità di tale provvedimento. No, tali reazioni – della Romania e della UE – servono per delineare e contestualizzare meglio il caso, ma anche senza tali prese di posizione le questioni rimarrebbero sul tappeto e sarebbero visibili ad un occhio più attento.

La prima questione è che cosa rappresentino per noi i termini “Europa” e “cittadinanza europea”. Per un europeista, come il vostro “blogisto” Michele, l'Europa è uno Stato in fieri (e prima viene fatto meglio è), per cui un cittadino europeo dovrebbe essere giudicato nella parte di Stato (per esempio l'Italia) dove ha commesso il crimine ed eventualmente lì deve scontare la pena, (se necessario pluridecennale o l'ergastolo) ma i cittadini europei, in quanto cittadini di un unico Stato, non possono essere discriminati e devono avere piena libertà di movimento e residenza all'interno dell'Europa.

La seconda questione è se pene detentive pluridecennali o l'ergastolo siano eccessive per omicidi efferati e/o premeditati: da convinto sostenitore dell'abolizione della pena di morte, ritengo che siano un necessario contrappeso all'abolizione di tale pena e, grazie anche ad internet, ci può essere un percorso redentivo anche all'interno del carcere.

I miei blog personali

Blog tematici (attivi):
A) Blog umanitari:
1) Il Mondo Futuro
2) Il blog del womese in italiano
3) Storia delle Lingue
4) Stabecone

B) Blog culturali:
1) Mikipedie
2) La Baya
3) Sport con la Palla

C) Blog Cristiani:
1) Cristianesimo

Blog generalisti (inattivi):
Il 3° blog di Mikelo Gulhi:
il blog con i post non presenti nel mio blog principale
Notes de Mikelo, volume 4eze: la versione womese di questo blog.
(con gli aggiornamenti dei miei vari blog)

Premi




Il Mondo Futuro Classico con 15 Stati

Il Mondo Futuro Classico con 15 Stati

Il Mondo Futuro (carta politica)

Il Mondo Futuro (carta politica)
IT: Il Mondo Futuro: 1 Mondo, 15 Stati, più di 300 Catepi
DE: Die Zukunftige Welt: 1 Welt, 15 Staaten, mehr als 300 Katepen

EN: The Future World: 1 World, 15 States, more than 300 Katepes
ES: El Mundo Futuro: 1 Mundo, 15 Estados, más de 300 Katepes
FR: Le Monde Futur: 1 Monde, 15 États, plus de 300 Katepes
PT: O Mundo Futuro: 1 Mundo, 15 Estados, mais de 300 Katepes

RU: Будущий Мир: 1 Мир, 15 государствa, больше чем 300 Kaтeпя

WE: Le Monde Futureze: 1 Monde, 15 SHtates, pli ol 300 Katepes

Il sito-blog de "Il Mondo Futuro": http://ilmondofuturo.blogspot.com

I Monumenti di 14 dei 15 Stati

Fonte delle foto: Wikipedia (www.wikipedia.org).

Le bandiere di 13 dei 15 Stati e dell'ONU

Crea le tue foto ed immagini come Slideshow per eBay, Netlog, MySpace, Facebook o la tua Homepage!Mostrare tutte le immagini di questo Slideshow
Il Segretario Generale ONU e i 15 Capi di Stato e/o di Governo sono qui.
Il 1° capitolo de "Il Mondo Futuro" è qui.
La presentazione estesa de "Il Mondo Futuro" è qui.
La presentazione breve de "Il Mondo Futuro" è qui.
IL PASSATO DEL BLOG

I visitatori del mio blog

A volte ritornano - Bloggiamo la legge Levi-Prodi contro il Web

Come sarebbe un Mondo con 15 Stati Federali a loro volta confederati nell'ONU?

DE:
EN: The translation in English is here
ES: La traducción en Español es aquí
FR:
PT:

Se fossi Parlamentare





Qui sotto il codice da copiare:







"Se fossi Parlamentare" è nato come gruppo di oknotizie. Lo trovi a questo indirizzo: http://sefossiparlamentare.oknotizie.alice.it

È presente anche come blog su blogspot, a questo indirizzo: http://sefossiparlamentare.blogspot.com

Appunti di Michele è con il popolo birmano e con tutti i popoli perseguitati della Terra. Contro ogni forma di violenza e per una pace federale, sussidiaria e partecipativa.

Contro gli EPA




Questo blog è contro gli EPA

Appello per il Nord Uganda

Contro gli abusi sui bambini


La galassia Lulu

> Grazia, Vetrina Lulu
> Grazia, Sito

> Micolucci Giovanni, Vetrina Lulu

> Modena Elisabetta, Vetrina Lulu
> Modena Elisabetta, Blog

> Kaptchevskaia Tatiana, Vetrina Lulu
> Kaptchevskaia Tatiana, Blog

> Alfani Andrea, Vetrina Lulu
> Alfani Andrea, Blog

> Cattin Ombretta, Vetrina Lulu
> Cattin Ombretta, Blog

> Maltoni Milena,Vetrina Lulu
> Maltoni Milena, Blog

> Marzoli Clemente Valeria, Vetrina Lulu
> Marzoli Clemente Valeria, Libreria Anobii

> Pellegrini Arianna, Vetrina Lulu
> Pellegrini Arianna, Blog

> Guglielmino Francesco, Vetrina Lulu
> Guglielmino Francesco, Blog 1
> Guglielmino Francesco, Blog 2
> Guglielmino Francesco, Vetrina (deviant ART)

> Tronci, Riccardo, Vetrina Lulu
> Tronci Riccardo, Blog

> Tribastone Salvatore, Vetrina Lulu
> Tribastone Salvatore, Sito
> Tribastone Salvatore, Sito condiviso
> Poeti e scrittori, Forum

> Trofino Andrea, Vetrina Lulu
> Trofino Andrea, Blog

> Li Volsi Aldo, Vetrina Lulu
> Li Volsi Aldo, Blog

> Bernocco Roberto, Vetrina Lulu
> Bernocco Roberto, Sito web

> Zanierato Lorenzo, Vetrina Lulu
> Zanierato Lorenzo, Sito web

> Armato Gaspare, Vetrina Lulu
> Armato Gaspare, Blog Splinder

> Di Benedetto Giovanni, Vetrina lulu
> Di Benedetto Giovanni, Blog

> D'Aquale Nunzia, Vetrina lulu
> D'Aquale Nunzia, Blog

> Bompiani Giorgio, Vetrina Lulu
> Bompiani Giorgio, Libreria Anobii

> Oleastri Luca, Vetrina Lulu
> Oleastri Luca, Sito web
> Oleastri Luca, Blog

> Gavioso Riccardo, Vetrina Lulu
> Gavioso Riccardo, Libreria Anobii
> Gavioso Riccardo, Blog

> Civolani, Stefano, Vetrina Lulu
> Civolani Stefano, Blog

> Pholo Julia, Vetrina Lulu
> Pholo Julia, Sito web

> Parrini Luca, Vetrina Lulu
> Parrini Luca, Yourbooks - Sito web

> Naima, Vetrina Lulu
> Naima, Blog

> Pagliarino Guido, Vetrina lulu
> Pagliarino Guido, Sito web

> Allo Elisa, Vetrina Lulu
> Allo Elisa, Blog Splinder
> Allo Elisa, Blog Tiscali

> Navarra Simone Maria, Vetrina Lulu
> Navarra Simone Maria, Blog

> Spezia David A. R.Vetrina lulu
> Spezia David A.R. Sito web

> Pasa Nicola, Vetrina Lulu
> Pasa Nicola, Sito web
> Pasa Nicola, Blog

> Nicosia Giuseppe, Vetrina lulu
> Nicosia Giuseppe, Sito web
> Nicosia Giuseppe, Blog

> Topa Vincenzo, Vetrina lulu
> Topa Vincenzo, Sito web

> Calicchio Stefano, Vetrina lulu
> Calicchio Stefano, Sito web
> Marketing Editoriale, Forum

> Guastella Stefano,Vetrina Lulu
> Guastella Stefano, Sito web

> Abeni Sabrina, Vetrina Lulu
> Abeni Sabrina, Sito web

> Bezzi Fabio, Vetrina lulu
> Bezzi Fabio, Sito web

> Rettaroli Manuela, Vetrina lulu
> Rettaroli Manuela, Libreria Anobii
> Parolando, Forum
> Parolando, Forum Anobii

> Beltrame Luca, Vetrina Lulu
> Beltrame Luca, Sito web
> Beltrame Luca, Blog

> Mastrovito Miriam, Vetrina Lulu
> Mastrovito Miriam, Sito web
> Mastrovito Miriam, Blog
> Mastrovito Miriam, Profilo My Space
> Autori Emergenti, Forum My Space

> Carcavallo Ferdinando, Vetrina Lulu
> Carcavallo Ferdinando, Blog
> Carcavallo Ferdinando, Sito web

> Parenti Roberto, Vetrina Lulu
> Parenti Roberto, Profilo My Space (e Blog)

> Guglielmino Michele, Vetrina Lulu
> Guglielmino Michele, Libreria Anobii
> Guglielmino Michele, Blog Blogspot
> Guglielmino Michele, Blog Lulu
> Guglielmino Michele, Blog Splinder
> Autori - Blog 1
> Autori - Blog 2
> Autori - Blog 3
> Autori - Blog 4
> Kulture, Forum
> Autori - Forum Anobii
> Autori della Rete
> LAPY

> Crestani Gianni, Vetrina Lulu
> Crestani Gianni, Libreria Anobii
> Crestani Gianni, Sito web
> Crestani Gianni, Blog
> ALBA Blog 1
> ALBA Blog 2
> ALBA Blog 3
> Buona Lettura, Forum
> Lulu Italia, Forum Anobii

In questo post tutti i candidati premier delle elezioni del 13 e 14 aprile 2008.
Qui le integrazioni (cioe' piu' sotto).
Qui le liste dei candidati al Parlamento (ma in base alla legge non si possono esprimere preferenze, ma si puo' votare solo il simbolo del partito).

Chi ci guadagna dall'ammissione della DC di Pizza e dal rinvio delle elezioni?

Una delle cartine non definitive














Cliccare sull'immagine per ingrandirla

IT: Il Mondo Futuro: 1 Mondo, 31 Stati, 45 Catepi
DE: Die Zukunftige Welt: 1 Welt, 31 Staaten, 45 Katepen
EN: The Future World: 1 World, 31 States, 45 Katepes
ES: El Mundo Futuro: 1 Mundo, 31 Estados, 45 Katepes
FR: Le Monde Futur: 1 Monde, 31 États, 45 Katepes
PT: O Mundo Futuro: 1 Mundo, 31 Estados, 45 Katepes

Catepi e Stati pluri-catepali

Gli Stati pluri-catepali sono:
1) Russia che e' penta-catepale (5 catepi)
2-6) Canada, Stati Uniti, Brasile, Cina, Australia, ognuno dei quali e' tri-catepale (3 catepi ciascuno).
Gli altri 25 Stati sono altrettanti Catepi.
Il "Catepe" e' un concetto in via di definizione: quelli che non coincidono con uno Stato Federale dovrebbero avere piu' sovranita' di uno Stato Federato, ma meno sovranita' di uno Stato Federale (per preservare l'unita' dello Stato in questione).
Per esempio, ogni Catepe infra-statale dovrebbe essere rappresentato all'ONU, ma non dovrebbe avere un esercito proprio.
Comunque ci sto pensando su.

Michele come autore e come fruitore

La mia vetrina Lulu e' a questo indirizzo:
http://www.lulu.com/spotlight/mikelo
La mia audioteca di LastFM e' a quest'indirizzo:
http://www.lastfm.it/user/MikeloGulhi

La mio biografia è a quest'indirizzo:
http://it.wikikulture.wikia.com/wiki/Michele_Guglielmino